Articoli di notizie

Salta al contenuto

Navigazione e informazioni accessibili

Utilizza i seguenti link per navigare rapidamente all'interno della pagina. Il numero per ciascuno è il tasto di scelta rapida.

Tradurre

Ti trovi in questa pagina: Articoli

IL GOVERNATORE HOCHUL FIRMA UNA LEGISLAZIONE CHE PROTEGGE GLI ANZIANI DALL'USO FRAUDOLENTO DELLE INFORMAZIONI PERSONALI

Legislazione (S.1560/A.1994) Incorpora il furto d'identità nella definizione di abuso sugli anziani ai fini dei servizi e dei programmi di sostegno per gli anziani  
    
Il governatore Kathy Hochul ha firmato oggi la legge (S.1560/A.1994) per proteggere gli anziani dall'uso fraudolento delle informazioni personali, autorizzando servizi di assistenza sul furto d'identità attraverso agenzie no-profit e forze dell'ordine. La legge consente all'Ufficio per gli anziani e alle forze dell'ordine di riconoscere il furto d'identità come una delle tante forme di abuso sugli anziani e di intraprendere azioni appropriate per aiutare gli anziani.   
    
"Il fatto che gli anziani newyorkesi siano spesso bersaglio di furti di identità è inconcepibile, ha dichiarato il governatore Hochul" . "Dobbiamo continuare ad aumentare le tutele per la nostra popolazione anziana e questa legislazione è un modo semplice e di buon senso per tenerli al sicuro da tattiche dannose di abuso sugli anziani. Gli anziani newyorchesi ci sono sempre stati vicini e, in quanto primo Stato della nazione a misura di anziano, sono orgoglioso che New York continui a fare da apripista per essere al loro fianco."    
   
La nuova legge aggiunge una definizione di "abuso e sfruttamento degli anziani" alla legge sugli anziani e incorpora il furto d'identità nell'elenco dei servizi di supporto ammissibili attraverso i programmi delle comunità di riposo naturali (NORC). La legge modifica anche la sezione 214-c della legge esecutiva per stabilire che il furto d'identità sarà una delle tante forme di abuso sugli anziani che l'Ufficio per gli anziani e le forze dell'ordine affronteranno nei loro materiali educativi per gli agenti di polizia quando si imbattono in tali abusi.   
  
L'uso illegale delle informazioni di identificazione personale di un individuo, come il numero di previdenza sociale, i dati della patente di guida o i conti bancari e delle carte di credito, può avere conseguenze terribili che durano anni. Nella sua forma peggiore, può lasciare la vittima più anziana in bancarotta e senza beni in pensione. 
  
Anche se gli anziani non sono gli unici bersagli dei furti d'identità, possono essere particolarmente suscettibili di essere vittimizzati perché spesso devono condividere le loro informazioni personali con gli assistenti, gli uffici dei medici, le agenzie governative e su Internet. L'impatto del furto d'identità può essere devastante per le vittime anziane che non sono in grado di recuperare i fondi rubati attraverso il lavoro. Questa legge, i gruppi di servizi di assistenza agli anziani e le forze dell'ordine potranno utilizzare le risorse disponibili per aiutare gli anziani, il settore in più rapida crescita della nostra popolazione, a evitare il furto di identità nelle sue molteplici forme.  
        
La senatrice Rachel May ha dichiarato: "Ogni anno i newyorkesi più anziani sono vittime di furti d'identità, mentre i truffatori diventano sempre più inventivi e aggressivi. Questa semplice modifica alle nostre leggi aprirà le risorse statali per chi combatte questo terribile crimine. Ringrazio il governatore Hochul per aver firmato oggi questa legge che garantisce agli anziani una maggiore protezione contro gli abusi." 
 
La deputata Catalina Cruz ha dichiarato: "Con oltre 10.000 americani che compiono 65 anni ogni giorno negli Stati Uniti e con oltre due milioni di newyorkesi che attualmente hanno raggiunto o superato questa età, la legislatura statale ha agito per fornire la massima protezione contro il furto d'identità includendo questo reato nelle leggi che proteggono i nostri cittadini anziani. Secondo i dati del 2019 della Federal Trade Commission, lo Stato di New York è al 12° posto nella classifica nazionale dei casi di furto d'identità, con oltre 186 denunce ogni 100.000 newyorkesi. Ciò significa che solo nel 2019 oltre 36.000 nostri concittadini hanno subito un furto di identità, molti dei quali sono anziani. Sono orgogliosa di aver lavorato su questo tema insieme alla mia collega del Senato, Rachel May, e ringrazio il governatore Hochul per aver firmato la mia legislazione." 
 
###