Newsletter dell'agenzia OCFS

Vai al modulo

Navigazione e informazioni accessibili

Utilizzate i seguenti link per navigare rapidamente all'interno della pagina. È possibile passare a:

Kathy Hochul, governatrice
Sheila J. Poole, commissario
Giugno 2021 - Vol. 6, n. 6
Tradurre

Messaggio del commissario

Saluti!

Giugno è arrivato e con esso arrivano molti motivi per festeggiare, tra cui il Juneteenth, il Pride Month, la festa del papà e il giorno più lungo dell'anno, il solstizio d'estate.

Desidero ringraziare e apprezzare tutti i padri dell'OCFS, i padri adottivi, i nonni, le figure paterne e i padri affidatari per il vostro tempo e la vostra dedizione ai bambini di cui migliorate il benessere con il vostro investimento nella loro vita. I bambini che si sentono vicini ai loro padri traggono grandi benefici da questo rapporto: hanno meno probabilità di soffrire di depressione o di essere coinvolti nel sistema giudiziario e hanno più probabilità di ottenere buoni voti, di andare all'università e di trovare un lavoro stabile. Quindi, un applauso ai padri e alle figure paterne!

La nostra celebrazione del Juneteenth ricorda la fine della schiavitù nel 1865 e sarà caratterizzata da una discussione sulla pratica riparativa, che cerca di migliorare e riparare le relazioni tra le persone e le comunità. Ascolteremo un esperto del settore che ci guiderà in una presentazione informativa su questa componente critica della giustizia razziale. Invito tutto il personale a registrarsi all'evento e a partecipare a questa conversazione per affrontare i traumi passati e presenti del razzismo, del privilegio e dei pregiudizi impliciti.

L'OCFS celebra il Mese dell'Orgoglio con un evento progettato per promuovere la comprensione e l'inclusione e per aiutarci a educare noi stessi in modo da poter servire meglio i giovani LGBTQ+. Questi giovani soffrono di tassi più elevati di depressione, ansia, mancanza di dimora e suicidio rispetto ai giovani cisgender ed eterosessuali. Gli adulti influenti che lavorano con i giovani LGBTQ+ possono aiutarli a sentirsi sostenuti, sicuri e valorizzati e possono fungere da alleati. Gli alleati sostengono e celebrano l'orgoglio e la comunità LGBTQ+.

Quest'anno sentiremo parlare della cultura del ballo ritratta in spettacoli come Pose di FX e Legendary di HBO Max, che ritraggono donne transgender nere e brune che accolgono giovani LGBTQ+ rimasti senza casa a causa del rifiuto o degli abusi della famiglia. Queste donne sono servite come rete di sicurezza sociale de facto per proteggere questi giovani vulnerabili dalla vita di strada.

Vi invito a partecipare al nostro evento sul Mese dell'Orgoglio per saperne di più. E visitate Wikipedia per saperne di più su Franklin Edward Kameny, che ha presentato la prima richiesta di risarcimento per i diritti civili basata sull'orientamento sessuale in un tribunale degli Stati Uniti.

Il 15 giugno si celebra la Giornata mondiale degli abusi sugli anziani. Il Bureau of Adult Services incoraggia tutto il personale dell'OCFS a pensare ai modi in cui possiamo essere coinvolti nella prevenzione degli abusi sugli anziani.

Infine, la Commissione per i Ciechi dello Stato di New York festeggia il 40° anniversario di Barbara Campbell nell'ufficio regionale di New York City. A nome di tutti i dipendenti dell'OCFS, mi congratulo con Barbara per i suoi 40 anni di servizio dedicato ai non vedenti e agli ipovedenti di New York.

È un giugno ricco di motivi per festeggiare. Spero che tutti voi possiate approfittare del clima estivo e delle nuove possibilità di intrattenimento e godervi un po' di tempo libero con i vostri cari. Ve lo meritate!

Cordiali saluti,
Sheila J. Poole
Commissario

In breve

Il personale dell'OCFS continua a sostenere la risposta dello Stato a COVID-19

Forse vi sorprenderà sapere che il personale dell'OCFS continua a partecipare alla risposta dello Stato alla COVID-19 a più di un anno dalla pandemia. Abbiamo accumulato una lunga lista di volontari.

Passando alla fase di vaccinazione della pandemia, il personale sta supportando i siti di test e vaccino, le indagini notturne della State Liquor Authority, la consegna delle forniture COVID, la logistica e le consegne, la hotline COVID e la linea infermieristica, la ricerca dei contatti, il coordinamento e la gestione dei volontari, i centri operativi regionali, l'applicazione comunitaria del Dipartimento della Salute, i centri operativi di emergenza e gli screening delle agenzie.

L'OCFS celebra e ringrazia il personale che si fa avanti e si offre volontario per sostenere gli altri cittadini di New York.

Avete controllato il Centro di assistenza per le imprese? È ricco di informazioni utili

Avete domande sugli ordini di acquisto? O di andare in pensione durante la pandemia di COVID? O sull'utilizzo del LATS-NY per compilare il vostro timesheet?

Nel 2019, il Business Services Center ha lanciato il BSC Help Center, che contiene le risposte a molte delle domande più frequenti. Se non trovate una risposta, potete inviare la vostra domanda e un rappresentante di BSC vi risponderà rapidamente. Potete anche creare un account per tenere traccia delle vostre domande e fornire un feedback.

  1. Vai a www.bsc.ogs.ny.gov
  2. Fare clic su "Centro assistenza".

Per ulteriori informazioni sull'Help Center BSC e sull'assistenza per la creazione di un account, guardate questo breve video di YouTube .

Articoli

La Divisione dei servizi di assistenza all'infanzia tiene audizioni sul piano statale e ospiterà una sessione sulla diversità, l'equità e l'inclusione nel forum di giugno.

La Division of Child Care Services (DCCS) dell'OCFS sta conducendo un'azione di sensibilizzazione nei confronti delle parti interessate attraverso audizioni pubbliche virtuali, che si sono tenute in quattro giorni a maggio per raccogliere feedback sulla bozza di piano statale del Child Care and Development Fund per gli anni fiscali federali 2022-24. Il piano deve essere presentato entro il 1° luglio.

Più di 45 persone provenienti da tutto lo Stato hanno testimoniato e quasi 700 hanno ascoltato. Le testimonianze si sono concentrate sul coraggio dei fornitori di servizi per l'infanzia che sono rimasti aperti durante la pandemia COVID-19 e sulla difficoltà di reclutare e mantenere personale qualificato a causa dei bassi salari. Un tema trasversale è stato la fragilità del sistema di assistenza all'infanzia e la speranza che le nuove risorse federali contribuiscano ad affrontare le debolezze del sistema e a trasformare l'assistenza all'infanzia nello Stato di New York.

Il DCCS ospiterà anche un forum normativo virtuale di tre giorni, dal 15 al 17 giugno, che comprenderà una sessione di mezza giornata sull'integrazione dei principi di diversità, equità e inclusione nei servizi per l'infanzia. La sessione, incentrata sull'equità razziale e sui pregiudizi impliciti, inizierà con "Race Equity Learning Exchange: An Overview", una presentazione di Maith Fleming e Lisa Erb dell'Ufficio Formazione e Sviluppo dell'OCFS. Tina Cook dell'ufficio regionale di Syracuse, Shaka Bedgood dell'ufficio di Rochester e Heather Robinson dell'ufficio centrale presenteranno anche "Continuare la conversazione: I prossimi passi del DCCS".

"La Divisione per l'assistenza all'infanzia ha fatto un'immersione profonda nei temi della diversità, dell'equità e dell'inclusione in tutti gli aspetti del nostro lavoro", ha dichiarato il vice commissario del DCCS Janice Molnar. "Anche se siamo nelle fasi iniziali, siamo lieti di avere l'opportunità di continuare questa conversazione e che il nostro personale possa aggiornare i colleghi sui nostri progressi".

L'Albany Times Union nomina il call center dei servizi umani come miglior posto di lavoro per sei anni di seguito

"Quest'anno si tratta di un riconoscimento straordinario. Il solo fatto di "tenere le luci accese" sarebbe stato notevole durante le sfide del COVID-19."

- Kathryn Shelton, commissario associato del Call Center dei Servizi Umani e del Registro Centrale Statale

Il Call Center dei Servizi Umani (HSCC) è stato premiato come Top Workplaces 2021 dal quotidiano Times Union di Albany per il sesto anno consecutivo.

L'elenco si basa esclusivamente sui feedback dei dipendenti raccolti attraverso un sondaggio di terze parti. L'indagine anonima misura 15 fattori unici di cultura dell'impegno che sono fondamentali per il successo di qualsiasi organizzazione, tra cui l'allineamento, l'esecuzione e la connessione, solo per citarne alcuni.

"Questo riconoscimento come Top Workplace non è un risultato da poco", ha dichiarato Kathryn Shelton, commissario associato del Call Center dei Servizi Umani e del Registro Centrale degli Abusi e dei Maltrattamenti sui Bambini di tutto lo Stato. "Ogni anno che abbiamo raggiunto questo risultato, sono stato orgoglioso di far parte dell'HSCC. Quest'anno, tuttavia, si tratta di un riconoscimento straordinario. Il team ha dimostrato professionalità, flessibilità e impegno nei confronti dei nostri interlocutori, nonostante le sfide del COVID-19. Sarebbe stato notevole "tenere le luci accese" durante le sfide di COVID-19, mentre affrontavano gli impatti sul lavoro e sulla vita personale mentre affrontavamo una pandemia mondiale. Ma hanno fatto molto di più. Il team si è unito per servire il pubblico e li ringrazio per aver promosso un'organizzazione incentrata sul sostegno al personale e sull'impegno a fornire un servizio eccellente a chi ci chiama".

È il sesto anno consecutivo che l'HSCC si aggiudica questo premio. Congratulazioni e grazie a tutti i dipendenti che rendono l'HSCC un posto di lavoro eccellente.

L'Ufficio dei servizi per i nativi americani istruisce i dipendenti statali sulla storia tribale

Nelle scorse settimane, il Bureau of Native American Services dell'OCFS, il New York State Child Welfare Court Improvement Project e il Native American Community Services of Erie & Niagara Counties hanno lavorato per spiegare l'Indian Child Welfare Act (ICWA) in una serie di corsi di formazione al personale dello Stato di New York, compresi i giudici e i cancellieri dei tribunali.

Heather La Forme, direttrice del Bureau dal 2015, ha spiegato che il programma è stato sviluppato per educare e informare sull'importanza e sugli elementi dell'ICWA.

I partecipanti al corso, suddiviso in quattro parti, hanno visto "Unseen Tears", un documentario che presenta i sopravvissuti di un collegio che parlano apertamente della tragica separazione dalle loro famiglie, degli abusi e dell'aggressione sistematica alla loro lingua e cultura. È seguita una discussione sul trauma storico imposto alle popolazioni indigene attraverso i collegi residenziali nella parte occidentale di New York. È seguita una tavola rotonda su come lavorare al meglio con le nazioni tribali nello Stato di New York e nei procedimenti di affidamento ICWA.

Presso l'OCFS, Heather, della Nazione Onondaga, Clan Beaver, supervisiona la conformità dello Stato di New York all'ICWA, la formazione, l'educazione e il pagamento dei trattati alle Nazioni Tribali. La nonna di Heather è sopravvissuta a un collegio residenziale per nativi americani finanziato dal governo degli Stati Uniti.

"Credo che non si possa sapere tutto quello che si sta facendo finché non lo si scrive e non lo si guarda", ha detto, parlando dell'importanza di trasmettere il messaggio. "La mia posizione all'interno dell'agenzia è il destino. Qui sto cercando di fare in modo di preservare le famiglie e di unirle".

Attualmente, lo Stato di New York conta nove nazioni tribali; tre rimangono tradizionali, ovvero non hanno un governo eletto e seguono il sistema dei capi. Le Nazioni si concentrano sui bambini nativi come custodi del futuro della loro cultura e della loro lingua per le loro comunità, ha osservato Heather.

Il Comitato consultivo per i giovani istruisce le parti interessate dell'assistenza all'infanzia dello Stato

Il Comitato consultivo per i giovani dell'OCFS (YAB) sta adempiendo attivamente alla sua missione di dare voce ai giovani nel sistema di affidamento per creare un cambiamento positivo. Il membro dello YAB Corral Mrozik ha recentemente presentato a un gruppo di stakeholder del welfare infantile di tutto lo stato un webinar sulla diffusione di ulteriori fondi Chafee da parte di New York.

Il programma Chafee Foster Care Independence Program è stato creato dalla legislazione federale per aiutare i giovani affidati a stabilire relazioni permanenti con adulti attenti, a sviluppare le abilità di base della vita, compresa la gestione del denaro, a ricevere una formazione scolastica e professionale e a pianificare il proprio futuro.

In questo momento, l'OCFS e altri sostenitori dell'assistenza all'infanzia stanno lavorando per informare alcuni ex giovani in affidamento che sono usciti dall'affidamento tra il 1° aprile 2020 e il 30 settembre 2021, che possono rientrare nel sistema se lo desiderano.

Corral ha descritto l'importanza di dare fiducia ai giovani adulti con il denaro, di sostenere la loro alfabetizzazione finanziaria e di ascoltare la voce dei giovani. Il vice commissario della Divisione per lo Sviluppo dei Giovani e i Partenariati per il Successo (YDAPS), Nina Aledort, ha aggiunto che Corral "ha suggerito che ogni regione formasse un comitato consultivo per i giovani e ha reclutato nuovi membri che si unissero al nostro impegnativo comitato".

Altri due membri dello YAB, Katarina Dobreva e Grace Gold, hanno lavorato con il personale dell'OCFS per continuare le sessioni di ascolto con i giovani in affidamento che si identificano come LGBTQ+. Queste sessioni offrono ai giovani spazi critici per parlare delle loro esperienze, ha detto Nina.

La pandemia ha anche aiutato la leadership dello YAB a tenere più riunioni, virtualmente, e a creare alcune iniziative interessanti e innovative, tra cui le sessioni di ascolto e una conversazione con il giudice Edwina Mendelson, vice capo giudice amministrativo per le iniziative di giustizia. Hanno in programma di creare una maggiore formazione per i giudici dei tribunali familiari.

L'OCFS celebra la Giornata mondiale di sensibilizzazione sugli abusi sugli anziani il 15 giugno

Il 15 giugno si celebra la Giornata Mondiale dell'Abuso sugli Anziani, istituita dalla Rete Internazionale per la Prevenzione dell'Abuso sugli Anziani e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità presso le Nazioni Unite per "offrire alle comunità di tutto il mondo l'opportunità di promuovere una migliore comprensione dell'abuso e dell'abbandono delle persone anziane, aumentando la consapevolezza dei processi culturali, sociali, economici e demografici che influenzano l'abuso e l'abbandono degli anziani".

Secondo il National Center on Elder Abuse (NCEA), un americano su 10 di età pari o superiore a 60 anni ha subito una qualche forma di abuso. Gli abusi finanziari sugli anziani costano alle vittime miliardi di dollari ogni anno. Nel 2020, più di 40.000 segnalazioni sono arrivate ai servizi di protezione degli adulti nello Stato di New York.

L'OCFS e l'Ufficio per gli anziani dello Stato di New York hanno potenziato i team multidisciplinari a livello statale per affrontare gli abusi sugli anziani. Il Call Center dei Servizi Umani continua a supportare l'estensione dell'orario di funzionamento della Helpline dei Servizi per Adulti con un numero dedicato (1-844-697-3505) per aiutare il pubblico e i professionisti a raggiungere l'ufficio APS locale appropriato per segnalare abusi sugli anziani.

Inoltre, la NCEA suggerisce 12 cose che ognuno può fare per prevenire gli abusi sugli anziani, tra cui:

  • Prevenire l'isolamento - Chiamare o visitare regolarmente i propri cari anziani.
  • Inviate una lettera ai media locali suggerendo loro di coprire la Giornata mondiale della consapevolezza degli abusi sugli anziani o la Giornata dei nonni a settembre.
  • Incoraggiare i direttori di banca a formare i cassieri su come individuare gli abusi finanziari sugli anziani.
  • Organizzare un concorso di saggi o poster "Invecchiare con dignità" in una scuola locale.

Maggio segna il mese della consapevolezza della salute mentale

Nato nel 1949, maggio è il mese della consapevolezza della salute mentale. Almeno il 20% degli americani sarà colpito da una malattia mentale nel corso della vita. Lo stress continuo di una pandemia globale, unito a tutti i cambiamenti nella routine quotidiana e alla continua perdita di vite umane nella lotta per la giustizia razziale, ha lasciato molte persone traumatizzate.

Sappiate che tutti i newyorkesi che lottano contro i problemi legati alla COVID possono contare sull'aiuto del NY Project Hope, che fornisce una linea telefonica di supporto emotivo, materiale educativo e una vasta gamma di riferimenti per aiutare le persone a gestire e affrontare i cambiamenti. I colloqui con i consulenti di crisi sono gratuiti, riservati e anonimi.

È possibile chiamare il numero 1-844-863-9314 tutti i giorni dalle 8.00 alle 22.00 per parlare con consulenti di crisi qualificati, e/o visitare il sito web NY Project Hope per trovare consigli per affrontare la crisi, strategie di rilassamento e giochi per bambini e famiglie. Anche questo articolo del New York Times fornisce alcuni spunti di riflessione: C'è un nome per il blah che si prova: Si chiama Languishing.

Altre risorse per problemi generali di salute mentale:

Goshen si riunisce per sostenere i sopravvissuti all'indomani di un vulcano

Se una pandemia globale non fosse abbastanza grave, i residenti dell'isola di St. Vincent nelle Grenadine hanno subito anche La Soufrière, una massiccia eruzione vulcanica sull'isola questa primavera. Dopo essere rimasto inattivo dal 1979, il vulcano ha iniziato a eruttare alla fine di dicembre. Poi, il 9 aprile, un'enorme esplosione ha fatto scorrere la lava sull'isola per giorni.

A più di 2.100 miglia di distanza, il personale del Goshen Secure Center si è stretto attorno ai colleghi le cui famiglie vivono a St. Vincent. L'isola era coperta di cenere e fango e i parenti erano increduli. La maggior parte delle persone sull'isola ha dovuto essere evacuata o è stata invitata a rimanere in casa. Gilan Leonard, assistente della divisione giovanile (YDA) di Goshen, è nato e cresciuto a St. Vincent e ha chiesto aiuto al personale di Goshen.

E non ha dovuto chiedere due volte, ha detto il direttore della struttura Aykroyd Lake.

"La nostra famiglia di Goshen si è riunita e ha donato prodotti non deperibili", ha detto Gilan. Ha consegnato personalmente l'acqua e i prodotti igienici a un'azienda di Brooklyn, che li ha poi spediti a San Vincenzo.

Raccolta di generi alimentari da consegnare alle vittime dell'eruzione vulcanica di St. Vincent
Da sinistra a destra: Il consulente giovanile Anthony Lucky, l'assistente del direttore del trattamento Katherine Johnson, il direttore Aykroyd Lake, l'assistente del direttore del trattamento Marc Chery, l'assistente YDA II Gilan Leonard e l'assistente amministrativo 1 Keith Twitty.
Forniture caricate su un camion per la consegna alle vittime dell'eruzione vulcanica di St. Vincent
Da sinistra a destra: YYDA II Todd Montanya e YDA II Gilan Leonard.

La vendita di dolci del Columbia Girls Secure Center alimenta un'eredità di apprendimento

Un piatto campione di dolcetti dalla vendita di dolci

Nell'ambito del "Mese della consapevolezza della SLA", i residenti del Columbia Girls Secure Center hanno reso omaggio a Jim LeCain, il fondatore del Brookwood College Program (BCP) della Columbia, che ora si chiama James J. LeCain School of Liberal Arts at Brookwood. Jim è morto per complicazioni della SLA nel novembre 2019. Più comunemente nota come morbo di Lou Gehrig, la SLA è una malattia neurodegenerativa progressiva che colpisce le cellule nervose del cervello e del midollo spinale.

Jim ha fondato il programma universitario nel 2010 e si è ritirato nel 2017, stabilendo un'eredità che ha cambiato giovani vite in modo potente e duraturo. Il suo programma innovativo e vivace offre corsi universitari ai giovani coinvolti nel sistema di giustizia minorile. Complessivamente, i giovani hanno ottenuto più di 2.000 crediti universitari, alcuni dei quali hanno conseguito titoli di studio associati, mentre altri hanno ottenuto crediti aggiuntivi per il conseguimento di diplomi di laurea. Nel 2016, Jim ha ricevuto il prestigioso Howard A. Levine Award for Excellence in Juvenile Justice and Child Welfare per il programma universitario.

Realizzare le etichette per la vendita di torte

Per tutto il mese di maggio, gli studenti hanno venduto brownies e torte (sopra), per raccogliere fondi per l'Associazione SLA, che si dedica alla ricerca e alla ricerca di una cura per la SLA. I moduli d'ordine sono stati inviati per e-mail alle varie strutture e ai vari reparti e i gadget sono stati consegnati nel giro di un paio di settimane.

Per la vendita di torte, gli studenti hanno aggiunto i loro disegni artistici personali alle confezioni (a sinistra). I loro prodotti finiti avevano un aspetto e un sapore deliziosi, secondo il direttore ad interim della struttura Dominic Bucci. La ciliegina sulla torta? Hanno raccolto 300 dollari per l'associazione.

Il personale dell'OCFS è protagonista del progetto nazionale StoryCorps sulla tratta di esseri umani

 

 

Da marzo a luglio, StoryCorps, un progetto nazionale di storia orale, raccoglierà le storie attraverso le conversazioni con coloro che hanno informato, plasmato e contribuito ai successi del settore anti-tratta negli ultimi due decenni, insieme alle storie dei sopravvissuti alla tratta. Nina Aledort, vice commissario dell'OCFS e Madeline Hehir, direttrice dell'Ufficio salute e benessere dell'OCFS, sono state recentemente presentate.

Ascoltate la loro conversazione sul sito StoryCorps.

Un membro del personale festeggia 40 anni con la Commissione per i ciechi

Barbara Campbell, consulente senior della Commissione per i ciechi dello Stato di New York (NYSCB), ha recentemente festeggiato il suo anniversario di 40 anni con l'OCFS.

"Barbara è una delle persone più rispettate tra i numerosi fornitori di servizi presenti oggi nello Stato", ha dichiarato Brian Daniels, commissario associato del NYSCB. "La sua fama va ben oltre New York, dove vive e lavora. Mentre Barbara entra nel suo quinto decennio nel settore, sappiamo tutti che ci sono decine di persone che ha toccato positivamente con la sua esperienza, le sue conoscenze e la gentilezza che porta al lavoro ogni giorno".

Da bambina, Barbara ha sviluppato la retinite pigmentosa (RP), una malattia progressiva degli occhi che porta alla perdita della vista e che talvolta è ereditaria. Il suo tipo, tuttavia, non è ereditario e lei è l'unica persona cieca della sua famiglia.

Ha frequentato l'Università di Syracuse per diventare insegnante di educazione speciale e non intendeva lavorare specificamente con persone ipovedenti, ma ha cambiato la sua specializzazione e ha frequentato la scuola di specializzazione al Columbia Teachers College per la consulenza sulla riabilitazione. Inizialmente non aveva intenzione di lavorare specificamente con persone ipovedenti.

Barbara ha accettato un lavoro presso Visions Services for the Blind, un'agenzia con cui il NYSCB ha stipulato un contratto, e ha aiutato le persone legalmente cieche di 55 anni e più a trovare un impiego. Mentre lavorava a Visions, ha sviluppato relazioni con il personale del NYSCB.

Barbara è entrata a far parte del NYSCB nel 1980 come consulente professionale, lavorando nel Bronx e ad Harlem, e per 18 anni ha fatto da collegamento con Lighthouse, Jewish Guild e Visions, tutte agenzie private.

Intorno al 2003, Barbara è tornata a lavorare come consulente per la riabilitazione e nel 2010 è diventata consulente senior del NYSCB, supervisionando altri quattro o cinque consulenti per la riabilitazione.

Molti si rivolgono a Barbara per le sue eccellenti competenze informatiche, tra cui la conoscenza del sistema di raccolta dati della Commissione, e per l'assistenza con i lettori di schermo per i non vedenti. Tuttavia, Barbara ritiene che la sua più grande ricompensa e soddisfazione arrivi quando parla con i partecipanti che apprezzano molto l'aiuto della Commissione e le raccontano quanto abbia cambiato la loro vita. Nel corso degli anni, molte persone l'hanno ringraziata per tutto ciò che ha dato, e lei lo trova molto gratificante.

Congratulazioni e grazie a Barbara per i suoi 40 anni di generoso servizio alla Commissione dei Ciechi!

Sapevate che l'Ufficio informazioni pubbliche ha tradotto 340 documenti in un anno?

Secondo la recente guida all'accesso linguistico dello Stato di New York, tutti i documenti vitali dello Stato, tra cui moduli, documenti di orientamento e materiale informativo, saranno tradotti nelle 10 lingue non inglesi più comuni, rispetto alle sei di dieci anni fa, per garantire l'accesso a un maggior numero di servizi alla popolazione multilingue di New York.

Più di 2,5 milioni di newyorkesi hanno una conoscenza limitata dell'inglese (LEP), il che significa che non parlano l'inglese come lingua principale e possono avere una capacità limitata di leggere, scrivere o capire l'inglese.

Mery Rosendorn, coordinatrice LEP dell'OCFS presso l'Ufficio informazioni pubbliche (PIO), assicura che New York si conformi all'ordine esecutivo del governatore.

L'OCFS offre assistenza LEP sin dalla sua nascita, nel 1998, quando è stata creata una politica interna di accesso alla lingua. Oggi l'OCFS fornisce servizi di interpretariato telefonico in più di 170 lingue. Inoltre, il PIO traduce documenti vitali in arabo, bengalese, cinese, creolo haitiano, italiano, coreano, polacco, russo, spagnolo e yiddish. Il PIO ha anche tradotto materiali in francese e urdu, molti dei quali sono pubblicati sul nostro sito web.

PIO ha completato 342 traduzioni nel periodo ottobre 2019-settembre 2020, di cui 119 tradotte internamente.

Sharrissa Hodge del PIO assiste i chiamanti LEP con un servizio di interpretariato telefonico. In tutta l'agenzia ci sono 54 referenti per l'accesso alle lingue che aiutano ad attuare il piano di accesso alle lingue dell'OCFS.

Se avete bisogno di aiuto per le traduzioni, consultate la pagina di orientamento LEP della nostra intranet .