Newsletter dell'agenzia OCFS

Vai al modulo

Navigazione e informazioni accessibili

Utilizzate i seguenti link per navigare rapidamente all'interno della pagina. È possibile passare a:

Kathy Hochul, governatrice
Sheila J. Poole, commissario
ottobre 2021 - Vol. 6, n. 10
Tradurre

Messaggio del commissario

Quando salutiamo il mese di ottobre, celebriamo l'incantevole arrivo dell'autunno.

Inoltre, segniamo l'attuazione delle disposizioni relative all'assistenza in comunità della legge sui servizi di prevenzione per le famiglie (Family First Prevention Services Act), che trasformerà l'assistenza all'infanzia dando la priorità ai collocamenti di parentela per i giovani in affidamento e portando a risultati migliori per le famiglie. Si è trattato di un'impresa monumentale e desidero ringraziare Lisa Ghartey Ogundimu e la Division of Child Welfare & Community Services, Tom Brooks e l'Office of Strategic Planning and Policy Development, la Division of Legal Affairs e l'Office of Information Technology per la loro dedizione, il loro tempo e la loro energia per questa realizzazione.

Vorrei ringraziare ancora una volta la nostra Divisione dei Servizi per l'Infanzia, che continua a gestire il fondo per la stabilizzazione dei servizi per l'infanzia in modo efficiente e senza intoppi per oltre 12.500 richiedenti! Una storia di successo.

Il mese di ottobre all'OCFS offre molte opportunità per celebrare e rafforzare noi stessi in modi personali e stimolanti, tra cui la Giornata del coming out, la continuazione del Mese dell'eredità ispanica, la Giornata della canna bianca e il Mese della consapevolezza della violenza domestica.

È fondamentale riconoscere gli effetti a lungo termine che la violenza domestica (DV) può avere sui bambini e sulle famiglie e prevenire la loro esposizione a tale fenomeno. Il tema di quest'anno è "Every 1 Knows Some 1" e spero che vi unirete a me nel vestire di viola il 21 ottobre per sensibilizzare e mostrare sostegno a tutti coloro che sono stati colpiti dalla DV.

Che ognuno di voi possa riconoscere e gioire della propria identità e di tutto il buon lavoro che svolge ogni giorno. Spero che tutti voi sentiate un senso di appartenenza qui all'OCFS. Grazie per essere te stesso.

Cordiali saluti,
Sheila J. Poole
Commissario

Articoli

Aggiornamenti della Divisione dei servizi per l'infanzia

Sono stati approvati più di due terzi dei finanziamenti per la stabilizzazione dell'assistenza all'infanzia, pari a 1,1 miliardi di dollari.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 30 novembre

Più di due terzi dei 18.000 fornitori di servizi di assistenza all'infanzia idonei dello Stato di New York hanno richiesto 714 milioni di dollari di finanziamenti federali dal lancio del fondo Child Care Stabilization Grant da quasi 1,1 miliardi di dollari, il 4 agosto. I premi, che finora ammontano a 210 milioni di dollari, vanno a diretto beneficio dei fornitori di servizi di assistenza all'infanzia e contribuiscono a stabilizzare il settore in difficoltà.

I fornitori hanno tempo fino alla fine di novembre per presentare domanda. Il processo di candidatura semplificato richiede solo pochi minuti per essere completato.

I beneficiari ricevono i fondi direttamente una volta completata la semplice domanda online . I fondi possono essere utilizzati per i costi del personale, l'affitto o il mutuo, le utenze, la manutenzione della struttura o piccoli miglioramenti, i dispositivi di protezione individuale, le forniture necessarie per rispondere al COVID-19, i beni e i servizi necessari per mantenere o riprendere i servizi di assistenza all'infanzia, i supporti per la salute mentale dei bambini e dei dipendenti, la formazione sulla salute e la sicurezza del personale e altri usi come indicato nella sovvenzione .

L'assistenza all'infanzia è un tema caldo per i giornalisti regionali

Il commissario Sheila J. Poole intervistata sull'OCFS e il settore dell'assistenza all'infanzia

Chi meglio del commissario dell'OCFS, Sheila J. Poole, può fornire ai giornalisti regionali lo scoop sul settore dell'assistenza all'infanzia? Di recente si è unita a tre giornalisti regionali per discutere del successo del sussidio di stabilizzazione dell'OCFS (vedi articolo sopra) e del settore dell'assistenza all'infanzia nel suo complesso.

L'assistenza all'infanzia è la "superstrada per la ripresa economica", ha spiegato di recente il commissario al conduttore di Capital Tonight, un programma tematico che si estende a tutto il nord di New York. Si è parlato di varie sovvenzioni per l'assistenza all'infanzia, dell'importanza dei sostenitori, dei sussidi per l'assistenza all'infanzia e dell'idea di un'assistenza all'infanzia universale.

Il commissario, che co-presiede la Taskforce per la disponibilità di servizi di assistenza all'infanzia di New York, ha recentemente partecipato a The Capitol Pressroom, un programma che presenta interviste con i rappresentanti dello Stato e con importanti giornalisti.

Oltre a esplorare varie sovvenzioni per l'assistenza all'infanzia, il commissario ha osservato che l'OCFS "sta lavorando fianco a fianco con i fornitori" per quanto riguarda il sussidio di stabilizzazione, per aiutarli a prendere buone decisioni su come utilizzare i fondi.

"Questa è un'opportunità straordinaria per stabilizzarsi, riaprire e rimanere a galla. Abbiamo imparato molte lezioni [amministrando le sovvenzioni precedenti] e abbiamo creato un portale straordinariamente semplice". Il commissario ha spiegato che durante la creazione dell'applicazione online "... i nostri fornitori erano con noi nel momento in cui ci davano un feedback. È stato incredibilmente prezioso".

Il commissario ha anche parlato di come costruire un sistema di assistenza all'infanzia completo e accessibile, affermando che "un certo sostegno finanziario deve arrivare da Washington". Il progetto di legge sulle infrastrutture al Congresso si spera sia quello di cui abbiamo bisogno. È assolutamente necessario un impegno federale in tal senso, a tempo indeterminato. Abbiamo bisogno di una forza lavoro con un salario di sussistenza e una scala di carriera. È una grande sfida".

Ha parlato di argomenti simili anche con un giornalista di WMHT Public Media, la stazione del Public Broadcasting Service della Regione della Capitale.

"È stato un anno incredibilmente emozionante, vista l'infusione di fondi federali", ha dichiarato il commissario Poole. "Siamo stati in grado di erogare centinaia di milioni di dollari in sussidi per l'assistenza all'infanzia. Stiamo cercando di mantenere le persone nella forza lavoro. Stiamo anche valutando se abbiamo abbastanza posti di assistenza all'infanzia e posti non tradizionali per i genitori e i lavoratori essenziali che lavorano durante le notti e le vacanze. È un'esigenza che stiamo affrontando nei nostri deserti di assistenza all'infanzia".

La Divisione dei servizi per l'infanzia presenta il suo messaggio di diversità alla conferenza nazionale

Sei membri della Division of Child Care Services (DCCS) presenteranno un seminario sulla diversità, l'equità e l'inclusione (DEI) durante la prossima conferenza annuale virtuale della National Association of Regulatory Administration (NARA), il cui tema è "Leading Through a Lens of Diversity, Equity and Inclusion". La conferenza si svolge dal 4 al 6 ottobre.

Tina Cook, Shaka Bedgood, Heather Robinson, Bonnie Waite, Virginia Primm e Vanessa Icolari della Division of Legal Affairs presenteranno "Equipping Regulators to Advance Equity in Child Care" e si concentreranno sull'importanza della formazione per i regolatori.

  • discutere le risorse DEI che l'OCFS sta incorporando nei suoi programmi;
  • spiegando perché questo lavoro è importante per la missione e gli obiettivi dell'OCFS e le formazioni in corso;
  • esplorare come accogliere la diversità, celebrare le differenze e garantire che tutti i bambini siano trattati in modo equo.
  • condividere alcuni degli strumenti che l'OCFS sta sviluppando per i fornitori.

I comitati DEI del DCCS stanno sviluppando un kit di strumenti DEI per gli enti regolatori e i fornitori di servizi di assistenza all'infanzia e stanno esaminando le politiche dell'OCFS in materia di assistenza all'infanzia con una lente di equità razziale per determinare se devono essere migliorate e aggiornate.

Associazione professionale internazionale senza scopo di lucro, la NARA rappresenta tutte le licenze per l'assistenza alle persone, compresi gli alloggi per adulti e le residenze assistite, l'assistenza agli adulti diurna, l'assistenza ai bambini, l'assistenza ai bambini e le licenze per i programmi relativi a malattie mentali, disabilità dello sviluppo e abuso di droghe o alcol. I partecipanti alla conferenza condivideranno idee su leadership, educazione, collaborazione e servizio.

"Ogni 1 conosce qualche 1" - Mese della consapevolezza della violenza domestica

L'Ufficio per la prevenzione della violenza domestica & assegna sovvenzioni milionarie per il sostegno alle vittime

Indossate il viola il 21 ottobre

Lo slogan nazionale di quest'anno per il Mese della Consapevolezza della Violenza Domestica (DVAM) è "Every 1 Knows Some 1", perché una donna su quattro e un uomo su sette subiscono violenza domestica.

L'OCFS chiede al personale e ai sostenitori di vestirsi di viola il 21 ottobre per riconoscere il DVAM. L'OCFS ospiterà anche una campagna per annunciare il "Segnale di aiuto", un semplice segno che si può usare con una sola mano durante una videochiamata per indicare che si ha bisogno di aiuto e che si desidera che qualcuno si occupi di loro in modo sicuro.

Il Bureau of Domestic Violence Prevention dell'OCFS & Victim Support ha recentemente assegnato sovvenzioni per 6,5 milioni di dollari in fondi Family Violence Prevention and Services Act a programmi di violenza domestica in tutto lo Stato: 4,8 milioni di dollari a 79 fornitori di servizi in tutto lo Stato per fornire alloggi ai sopravvissuti alla violenza domestica e 1,7 milioni di dollari a cinque organizzazioni non profit che offrono programmi di prevenzione della violenza domestica, tra cui Retreat Inc.7 milioni di dollari a cinque organizzazioni senza scopo di lucro che offrono programmi di prevenzione della violenza domestica, tra cui Retreat, Inc. di East Hampton, il Progetto antiviolenza per gay e lesbiche di New York City, Unity House di Troy, Vera House di Syracuse e il Family Justice Center della Contea di Erie.

Chiunque, indipendentemente dal sesso, dalla razza, dall'identità o dall'orientamento sessuale o dallo status socio-economico, può subire violenza domestica. Per tutto il mese di ottobre, l'OCFS e la Rete nazionale per porre fine alla violenza domestica condivideranno contenuti sui social media per contribuire alla sensibilizzazione. A livello nazionale, dal 18 al 24 ottobre è prevista una settimana di azione per coinvolgere sostenitori, partner e pubblico nell'avvio di una conversazione nazionale. Vi preghiamo di mettere "mi piace" e "condividere" i post per contribuire a diffondere la notizia.

La campagna "Vediamoci, sosteniamoci" sensibilizza sui bisogni dei figli di genitori incarcerati

1 su 9 I bambini neri hanno un genitore incarcerato
1 su 28 I bambini Latinx hanno un genitore incarcerato
1 su 57 I bambini bianchi hanno un genitore in carcere

"See Us, Support Us" (SUSU) è un mese di attività nazionali di sensibilizzazione per aumentare il sostegno ai figli di genitori detenuti. Quest'anno l'obiettivo di SUSU è sostenere il successo scolastico e il benessere dei bambini dalla prima infanzia all'università.

Per tutto il mese di ottobre, il Consiglio per l'infanzia e la famiglia (CCF) dello Stato di New York condividerà risorse, suggerimenti e storie su come aumentare la visibilità e il sostegno nelle scuole per i figli di genitori detenuti. Il progetto del CCF KIDS COUNT ha sostenuto gli eventi SUSU sin dal suo lancio nel 2015 da parte dell'Osborne Association's New York Initiative for Children of Incarcerated Parents.

SUSU lavora per ridurre lo stigma, costruire una comunità, condividere risorse di supporto e celebrare i bambini che prosperano e hanno successo quando li vediamo e li sosteniamo. Anche se un bambino su 14 subisce l'incarcerazione di un genitore, molti restano invisibili. Questo può isolare e danneggiare i bambini e impedire ai fornitori di servizi, agli educatori e alle comunità di sostenerli. Stigma, stereotipi inaccurati e narrazioni dannose possono isolare ulteriormente i bambini e le famiglie.

Gli educatori, gli assistenti sociali e gli specialisti dei giovani possono unirsi alla rete SUSU. Per ulteriori informazioni, visitate il sito web SUSU .

La Commissione per i ciechi crea un corso di formazione per paraprofessionisti della riabilitazione presso la State University di New York

La Commissione per i Ciechi dello Stato di New York (NYSCB) ha creato un programma di credenziali per assistenti all'orientamento e alla mobilità (OMA) e assistenti alla terapia di riabilitazione visiva (VRTA) della durata di nove mesi in collaborazione con l'Empire State College della State University di New York (SUNY).

I VRTA e gli OMA insegnano alle persone le abilità di vita quotidiana, la sicurezza negli spostamenti e l'indipendenza. Secondo gli istruttori Michael Honan e Madison Near, entrambi dipendenti della NYSCB, l'obiettivo del programma è implementare la terapia di riabilitazione visiva, riportare le persone a una capacità funzionale e migliorare la qualità della vita. Il programma è gratuito e gli studenti pagano i materiali e le tasse relative.

"Sono estremamente orgoglioso del nostro personale dedicato, visto che lo Stato continua ad affrontare una crisi dovuta alla mancanza di professionisti che intraprendano la carriera di riabilitazione visiva", ha dichiarato il Commissario Associato del NYSCB Brian S. Daniels. "Grazie ai nostri amici del SUNY Empire State College e ai fornitori di servizi della comunità per aver sviluppato questo programma innovativo per far fronte alla carenza di personale. Il loro duro lavoro e il loro grande impegno continueranno a fornire i mezzi per formare la prossima generazione di professionisti della riabilitazione visiva nello Stato".

Il programma comprende lezioni dal vivo, istruzione virtuale e di persona, oltre a uno stage. I requisiti per l'ammissione includono un diploma di scuola superiore/un diploma di laurea, competenze informatiche, una lettera di raccomandazione e un colloquio.

Nello Stato di New York sono circa 130.000 i residenti che possono usufruire dei servizi del NYSCB. Attualmente, lo Stato ha un numero limitato di istruttori certificati in questo campo. Per ulteriori informazioni, inviare un'e-mail a OMAVRTA.Instructor@ocfs.ny.gov o chiamare il numero (518) 473-1599.

Celebrate la Giornata del Coming Out l'11 ottobre

Il seguente articolo è stato scritto da Nathaniel Gray, coordinatore dell'Ufficio per le diversità, l'equità e l'inclusione. L'11 ottobre si celebra la Giornata del Coming Out.

Nel corso del tempo, alla comunità LGBTQ+ è stato spesso detto di abbassare i toni o di nascondere la propria identità da varie persone che occupano posizioni di potere.

Non è sempre stato sicuro, e nemmeno legale, essere apertamente LGBTQ+ in America. Infatti, prima e per alcuni anni dopo i moti di Stonewall del 1969, i bar che servivano persone LGBTQ+ in genere sbarravano le finestre perché vedere due donne o due uomini che ballavano in pubblico era considerato "un comportamento osceno" e indossare abiti "del genere sbagliato" era trattato come una malattia mentale. Dopo alcuni progressi, tra cui l'Associazione Psichiatrica Americana che nel 1978 non ha più considerato le persone gay, lesbiche e bisessuali come malati mentali, la comunità LGBTQ+ ha perso terreno in altri ambiti, come ad esempio con il "Don't Ask, Don't Tell", una politica militare che permetteva alle persone LGBTQ+ di servire il proprio Paese se non rivelavano la propria sessualità, cosa che oggi sappiamo essere dannosa per la salute mentale di una persona. La politica è stata abrogata nel 2011.

Il coming out è inestricabilmente legato all'esperienza queer. Le persone LGBTQ+ devono prima confrontarsi con il proprio senso di identità, a volte già a 2-4 anni, e trovare l'accettazione in se stesse prima di trovare il coraggio di dichiararsi a qualcun altro. Per decenni, soprattutto a partire dall'inizio del XX secolo, alle persone LGBTQ+ è stato detto di nascondere la loro verità, che essere LGBTQ+ era profondamente privato o inappropriato, o che facendo coming out si cercava attivamente di reclutare gli altri (cosa impossibile).

Oggi sappiamo che le identità LGBTQ+ sono esistite nel corso della storia e in tutto il mondo. Sappiamo anche che per i ragazzi che si identificano come LGBTQ+, avere un modello adulto LGBTQ+ nella loro vita può prevenire situazioni estreme come la fuga, la depressione, l'ansia e persino il suicidio. Il coming out può salvare delle vite.

Quindi, in occasione del Coming Out Day dell'11 ottobre, se qualcuno che conoscete fa coming out, o anche qualcuno che non conoscete, ricordate che ci vuole coraggio per essere così aperti e onesti, che è normale al 100% e che stanno rendendo il mondo un po' più sicuro per le altre persone LGBTQ+ della loro vita.

Programma di servizi di supervisione e trattamento per minori

Sin dalla sua istituzione nel 2011, il Programma di supervisione e trattamento dei servizi minorili (STSJP) della Division of Youth Development and Partnerships for Success (YDAPS) ha incentivato i programmi locali a dirottare i giovani dalla detenzione o dal collocamento.

L'YDAPS ha trascorso molti mesi a lavorare con l'Ufficio di pianificazione strategica e sviluppo delle politiche dell'OCFS e con i partner locali per sviluppare una migliore comunicazione dei dati relativi al programma, dal momento che non esisteva un modo consolidato per raccogliere e analizzare i dati.

Di conseguenza, YDAPS può condividere alcuni dei risultati dei primi sei mesi dell'anno di programmazione 2020-2021.

"I dati e i risultati sono molto interessanti", ha dichiarato Nina Aledort, vice commissario di YDAPS. "È la prima volta che possiamo misurare realmente l'impatto del sostegno ai programmi basati sulla comunità e dimostrare che sono più economici, migliori e più rispondenti alle esigenze dei giovani e della comunità rispetto alla detenzione e al collocamento".

Nei sei mesi dal 1° ottobre 2020 al 31 marzo 2021, sono stati assistiti più di 4.000 giovani, la maggior parte dei quali ha ricevuto alternative e interventi per risolvere i problemi di delinquenza. Nel complesso, i programmi sembrano avere un grande successo nel tenere i giovani lontani dalle parti più profonde del sistema.

  • Il 92% dei giovani che hanno ricevuto la prevenzione non è stato coinvolto nel sistema giudiziario.
  • Il 76% dei giovani che hanno avuto un contatto precoce con il sistema non è stato portato in tribunale.
  • L'85% dei giovani che hanno usufruito di misure alternative alla detenzione ha evitato la detenzione, il carcere e i collocamenti preventivi durante il loro impegno di servizio.
  • Il 78% dei giovani che hanno ricevuto servizi di assistenza post-ospedaliera/reinserimento non sono stati reinseriti nel collocamento.

Lo YDAPS collabora con lo Youth Justice Institute (YJI) per fornire assistenza tecnica e supporto alle agenzie leader del programma STSJP nelle contee e ai programmi. Lynn Tubbs, direttore del Bureau of Cross-Systems Supports, ha dichiarato: "YJI è un partner all'avanguardia nella ricerca e nell'assistenza tecnica: siamo entusiasti di vedere come, con il loro aiuto, possiamo continuare a migliorare questi risultati".

Per ulteriori informazioni, visitare il sito web STSJP.

Gli eventi incentrati sui nativi americani aiutano le parti interessate a collaborare e a scambiare idee

Heather LaForme dell'OCFS, direttore dell'Ufficio dei servizi per i nativi americani, ha partecipato a due recenti eventi incentrati sui nativi americani: come parte del comitato di pianificazione per la conferenza sull'Indian Child Welfare Act e come membro del Forum dei tribunali federali-statali-tribali di New York.

Heather ha dichiarato: "Questi due eventi sono fondamentali per garantire che lo Stato di New York continui a vigilare affinché i bambini indiani d'America e nativi americani rimangano in famiglia e siano legati alla loro comunità e cultura".

Forum dei tribunali federali-statali-tribali di New York

Il 23 settembre, il Forum dei tribunali federali, statali e tribali di New York ha ospitato il suo incontro semestrale, che ha permesso ai giudici dei tribunali federali, statali e tribali e ad altri di scambiare idee e informazioni. Il forum è stato sviluppato per aiutare i diversi sistemi giudiziari a collaborare per promuovere la comprensione reciproca e ridurre al minimo i conflitti:

  • Sviluppare programmi educativi per giudici, capi tribù e comunità indiane.
  • Scambio di informazioni tra tribù, nazioni e agenzie.
  • Coordinare la formazione sull'integrazione dell'Indian Child Welfare Act (ICWA) per i professionisti dell'assistenza all'infanzia, gli avvocati, i giudici e i tutori legali.
  • Sviluppare meccanismi per la risoluzione dei conflitti giurisdizionali e il riconoscimento intergiurisdizionale delle sentenze.
  • Promuovere una migliore cooperazione e comprensione tra i sistemi giudiziari.
  • Per migliorare la corretta applicazione dell'ICWA.

Per saperne di più sul forum.

Conferenza sull'Indian Child Welfare Act (ICWA): Riportare e mantenere i nostri figli a casa

Il 24 settembre, la terza conferenza virtuale annuale ha visto come relatrice principale la professoressa Kate Fort, direttrice della Indian Law Clinic del Michigan State University College of Law e responsabile della Indian Law Clinic. Tiene corsi di diritto federale indiano e nel 2015 ha avviato l'Indian Child Welfare Act Appellate Project, che assiste le nazioni e le tribù native nei casi ICWA in tutto il Paese. È inoltre co-curatrice del popolare e influente blog di diritto indiano TurtleTalk.

Le sessioni della conferenza ICWA si sono concentrate sui collegi residenziali, sulle persone indigene uccise e scomparse, sull'ICWA 101 e sui nuovi strumenti per gli operatori del settore. Heather ha presentato la Checklist per il processo del caso ICWA dell'OCFS, un modulo completo per gli operatori del caso incentrato sul mantenimento dell'unificazione familiare dei nativi americani, e la sua speranza che aiuti gli operatori del caso a soddisfare gli elementi importanti dell'ICWA.

La Divisione per la giustizia minorile e le opportunità per i giovani offre agli uffici della comunità multi-servizi una festa del gelato

Come ringraziamento, il vice commissario della Divisione per la giustizia minorile e le opportunità per i giovani, Felicia Reid, ha offerto al personale degli uffici multiservizi della comunità (CMSO) di tutto lo Stato un gelato sociale. Gli uffici hanno scelto un giorno tra luglio e metà settembre per dare al team socialmente distante il tempo di gustare un gelato insieme. I CMSO di Buffalo, Rochester e Syracuse/Utica hanno partecipato a una festa del gelato, ma non hanno scattato foto.

Gelato sociale del CMSO di Long Island
Gelato sociale e picnic del CMSO di Long Island
Ufficio di Mid-Hudson
Gelato sociale del Mid-Hudson CMSO
Ufficio del Distretto della Capitale
Gelato sociale del Capital District CMSO

Kinship Navigator premia i caregiver durante il Mese della Consapevolezza dell'Assistenza Parentale

Jerry Wallace, direttore fondatore del Kinship Navigator, ha ricevuto il mese scorso il premio alla carriera del Kinship Navigator. Il commissario dell'OCFS Sheila J. Poole è stata tra coloro che gli hanno fatto gli auguri durante il programma virtuale tenutosi a settembre.

Nell'ambito dell'ottava presentazione annuale, Kinship Navigator ha premiato i programmi e gli assistenti che si sono occupati dei nipoti e di altri membri della famiglia. Tra gli altri, un premio è andato a Ellen Earley, a destra, uno dei membri del Comitato consultivo dei genitori dell'OCFS, per aver fatto da genitore a suo nipote negli ultimi quattro anni. Dalla partecipazione a gruppi di lavoro sulla parentela all'incontro con un senatore sulle esigenze delle famiglie di origine, la dedizione di Ellen è evidente.

"Come negli anni precedenti, la celebrazione annuale del Kinship Navigator è stata un commovente tributo a quegli individui e a quei programmi che hanno avuto un impatto indelebile nella vita degli assistenti familiari", ha dichiarato Carol McCarthy, direttrice dei servizi di adozione della Division of Child Welfare and Community Services. "È stato un bellissimo tributo agli assistenti stessi, che sono inflessibili nella loro devozione quotidiana e nel loro sacrificio per i bambini che amano e crescono".

Il programma si è concluso mentre Pat Lincourt, commissario associato dell'Ufficio per i Servizi e i Supporti alle Dipendenze dello Stato di New York, ha presentato un kit di strumenti per l'assistenza ai parenti "" per la dipendenza dei genitori e per affrontare l'uso di sostanze e i problemi di salute mentale correlati.

L'evento per la Giornata della consapevolezza della canna bianca segna l'importanza dell'indipendenza

Presentato dalla Commissione per i ciechi dello Stato di New York e dall'Ufficio per la diversità, l'equità e l'inclusione, il 14 ottobre l'OCFS ospiterà la Giornata della consapevolezza del bastone bianco.

Se da un lato il bastone bianco consente ai non vedenti e agli ipovedenti di muoversi in sicurezza nell'ambiente circostante e permette agli automobilisti e ai pedoni di vederli facilmente, dall'altro la National Federation of the Blind lo definisce uno strumento per raggiungere l'indipendenza, per esplorare e navigare nel mondo da soli, un'estensione delle braccia di una persona non vedente. Nell'ottobre 1964, il Presidente. Lyndon B. Johnson ha firmato una risoluzione congiunta del Congresso per celebrare la Giornata della sicurezza della canna bianca.

Unitevi a noi per la Giornata della consapevolezza del bastone bianco il 14 ottobre, dalle 12 alle 13, su Zoom (ID: 160 8495 4797). Si prega di richiedere l'approvazione del supervisore per partecipare.