Newsletter sui servizi per adulti

Vai al modulo

Navigazione e informazioni accessibili

Utilizzate i seguenti link per navigare rapidamente all'interno della pagina. È possibile passare a:

Kathy Hochul, governatrice
Sheila J. Poole, commissario
Giugno 2016 - Vol. 2, n. 3
Tradurre

Newsletter sui servizi per adulti

Un messaggio dell'Ufficio esecutivo

 È stato pubblicato lo studio sui costi dello sfruttamento finanziario nello Stato di New York!

Di Sheila Poole
Commissario ad interim

Il 15 giugno 2016, l'Office of Children & Family Services (OCFS) dello Stato di New York ha pubblicato il tanto atteso e innovativo rapporto "New York State Cost of Financial Exploitation Study". Si tratta di uno degli studi più completi nel suo genere, che quantifica i costi finanziari e non finanziari dello sfruttamento finanziario degli adulti vulnerabili. Si tratta del maggior numero di casi di sfruttamento finanziario da parte dei servizi di protezione degli adulti (APS) in un singolo Stato.

Lo studio è stato condotto dall'OCFS Bureau of Adult Services e dal Bureau of Research Evaluation and Performance Analytics. La ricerca ha incluso 928 casi di APS provenienti da 31 distretti di servizi sociali e da un fornitore di servizi agli anziani senza scopo di lucro, Lifespan of Greater Rochester, Inc.

Noi dell'OCFS sapevamo, dall'esame dei dati dell'APS negli ultimi anni, che il numero di casi segnalati di sfruttamento finanziario di clienti vulnerabili era aumentato in modo significativo, di oltre il 35% dal 2010 al 2014. Abbiamo potuto constatare, caso per caso, come lo sfruttamento finanziario devasti finanziariamente ed emotivamente molte delle sue vittime.

Tuttavia, ciò che non sapevamo - perché non avevamo raccolto tali informazioni - era quanto lo sfruttamento finanziario costasse alle vittime, alle agenzie governative, ai fornitori di servizi e alla società nel suo complesso.

Volevamo anche saperne di più sulle caratteristiche delle vittime e degli autori di reato e sui risultati ottenuti dalle vittime in seguito alla segnalazione all'APS.

Obiettivi dello studio

Per quanto riguarda i dati finanziari, i nostri obiettivi erano quelli di fornire informazioni di base riportabili per:
- Identificare il costo dei fondi e di altri beni rubati ad anziani vulnerabili e adulti non autosufficienti;
- Identificare il costo della fornitura di nuovi e ulteriori benefici e servizi pubblici alle vittime dell'APS come risultato dello sfruttamento finanziario; e
- Identificare il costo per l'APS e altre agenzie delle indagini, delle valutazioni e di altre attività derivanti dallo sfruttamento finanziario.

Questi costi finanziari non sono elementi di informazione normalmente raccolti nell'ambito degli attuali sistemi elettronici di registrazione e rendicontazione dei casi APS di New York. Per quanto riguarda i dati non finanziari, il nostro obiettivo era quello di raccogliere dati di base riportabili su:

- i tipi di fondi e beni rubati ai clienti dell'APS;
- i metodi utilizzati dagli autori del reato per sfruttare le loro vittime;
- la relazione dell'autore del reato con la vittima;
- se l'autore del reato vive nello stesso nucleo familiare della vittima;
- l'impatto emotivo dello sfruttamento finanziario sulla vittima;
- informazioni sui procedimenti civili o penali e altri esiti a seguito della segnalazione dell'APS.

Risultati
Il costo totale dello sfruttamento finanziario per i casi di APS segnalati è stato di 123.600.998 dollari. Aggiustando le perdite delle vittime per tenere conto dei casi non segnalati, si sono ottenute stime di perdite finanziarie annuali per i 31 distretti partecipanti che vanno da 352 milioni di dollari al massimo di 1,5 miliardi di dollari. Questi risultati suggeriscono fortemente che le stime precedenti delle perdite subite dalle vittime potrebbero aver sottostimato notevolmente l'entità delle perdite subite dalle vittime di sfruttamento finanziario.

Il rapporto ha inoltre fornito una grande quantità di nuovi dati relativi alle fonti di riferimento, ai metodi di sfruttamento finanziario, alle caratteristiche delle vittime e degli autori e agli esiti dei casi.

Riteniamo che i risultati di questo studio rappresentino un importante passo avanti nella conoscenza delle dinamiche, delle caratteristiche e dei costi dello sfruttamento finanziario di adulti vulnerabili e costituiranno un contributo significativo alla ricerca nel campo degli abusi sugli adulti.

Grazie a tutti i distretti partecipanti, a Lifespan e ai nostri partner statali per aver contribuito a questo studio. Lo studio sui costi dello sfruttamento finanziario nello Stato di New York è disponibile sul nostro sito web cliccando su .

Dal Direttore: I lavoratori dell'APS migliorano la vita dei loro clienti
Di Alan Lawitz
Direttore, Ufficio Servizi per Adulti

Sono lieto di condividere le seguenti storie di operatori APS che fanno la differenza nella vita di adulti vulnerabili:

* Un caso di un uomo di 21 anni con disabilità fisiche e cognitive, che vive con una madre limitata e che in precedenza non si fidava degli sforzi esterni per assistere lei o il figlio. Un'agenzia di servizi senza scopo di lucro era preoccupata perché la madre non collaborava, non parlava con loro e sembrava rifiutarsi di ricevere le cure adeguate per il figlio. L'agenzia non profit ha fatto riferimento all'APS e ha chiesto all'APS di fornire assistenza per una tutela. L'operatore dell'APS è stato in grado di coinvolgere e conquistare la fiducia sia della madre che del figlio ed è riuscito a convincere la madre a far rientrare il figlio nel trattamento diurno e a continuare a usufruire dei servizi di sollievo secondo le necessità. Il supervisore dell'APS mi ha detto che questo operatore è un ascoltatore attento e rispettoso di come le persone vogliono vivere la loro vita. Questo operatore è riuscito a stemperare una situazione difficile e conflittuale e a far sì che il cliente, sua madre e l'agenzia no-profit accettassero misure meno restrittive, facendo sì che il cliente rimanesse nella comunità con un supporto, piuttosto che richiedere una tutela giudiziaria. È un successo! (Fulton Co.)

* Un caso di un uomo di 83 anni che è stato cliente dell'APS per diversi anni. È stato indirizzato perché non ha superato l'ispezione dell'alloggio della Sezione 8, è a rischio di rimanere senza casa e ha condizioni mediche non curate (ferite che non guariscono a causa del diabete). Grazie agli interventi dell'APS, ora vive in una casa pulita, con un'assistente sanitaria a domicilio sette giorni su sette e un'infermiera che lo riceve settimanalmente attraverso l'assistenza domiciliare a lungo termine. Una volta stabilizzato, l'APS ha iniziato e continua a gestire le sue finanze per garantire il soddisfacimento dei suoi bisogni di base, tra cui l'alloggio, l'elettricità e i servizi telefonici per le emergenze. Ora gode di un ambiente pulito, di cure mediche adeguate e di stabilità finanziaria. (Westchester)

* L'APS è coinvolta con una donna sulla trentina che è cliente da oltre 12 anni. La madre aveva chiamato l'APS per preoccuparsi del suo benessere, dato che aveva avuto problemi di salute mentale fin dall'adolescenza. La madre ha riferito che si era allontanata da casa e aveva tagliato i ponti con la famiglia. A causa della sua paranoia, non lasciava il suo appartamento. Quando l'APS ha effettuato la prima visita a domicilio, ha appreso che i problemi di salute mentale della donna avevano un impatto negativo su di lei. Non era in grado di gestire le proprie finanze e rischiava lo sfratto. APS è diventata il suo beneficiario rappresentativo. Grazie all'assistenza dell'APS, ha continuato a seguire un trattamento di salute mentale che l'ha mantenuta stabile e nella comunità. È riuscita a trasferirsi in un bell'appartamento, ad adottare un cane da salvataggio e ad acquisire una certa indipendenza. APS continua a pagare le bollette per soddisfare le sue esigenze di base ed evitare il rischio di sfratto o di distacco delle utenze. (Westchester)

* Un anziano vulnerabile si trovava in tribunale a New York nell'ambito di un procedimento di sfratto per lui e un'altra persona. Secondo le testimonianze e le altre prove, l'anziano è stato vittima di abusi e di sfruttamento finanziario. Il giudice del tribunale degli alloggi ha chiesto a un avvocato dell'Amministrazione delle risorse umane (HRA) se fosse possibile intervenire per proteggere l'anziano, e l'Ufficio per gli affari legali dell'HRA ha contattato l'APS. Nel giro di un'ora, tre membri del personale dell'APS hanno incontrato l'anziano, hanno condotto una prima valutazione dei rischi e sono intervenuti prontamente per tenerlo al sicuro. Il tribunale ha elogiato il "Team HRA" per aver fornito diverse opzioni per proteggere l'anziano, tra cui la notifica immediata alla polizia di New York, la collaborazione con un'agenzia no-profit per richiedere un ordine di protezione contro il sospetto abusatore, le visite a domicilio senza preavviso e l'avvio di un procedimento di tutela. Il tribunale ha impedito lo sfratto dell'anziano in attesa di tale azione. La corte, citando la frase "ci vuole un villaggio per crescere un bambino", ha detto: "Per questa corte è altrettanto importante che gli anziani della nostra comunità siano circondati da persone con cui sono al sicuro. Poiché è il villaggio che ha la responsabilità di prendersi cura della propria comunità, spetta a ogni membro del villaggio (comunità) dire qualcosa, se vede qualcosa che non va. Questa responsabilità vale anche per i nostri bambini, i nostri anziani e tutti i membri della nostra comunità che hanno bisogno di aiuto per proteggersi". L'HRA ha presentato con successo una richiesta di tutela per questa persona, è stato nominato un tutore e ora la persona è ben assistita in un contesto residenziale a lungo termine. Bailey v. Dixon and Lloyd, Tribunale civile della città di New York, 47 Misc.3rd 1225(A) (2015) (New York City).

Sono orgoglioso del buon lavoro che APS svolge ogni giorno in tutto lo Stato. L'APS è una parte essenziale della rete di sicurezza dei servizi umani che serve a proteggere i nostri clienti vulnerabili. Forza APS!

Alan

   Lavorare insieme per combattere lo sfruttamento finanziario degli anziani
Di Maria T. Vullo
Sovrintendente ad interim dei servizi finanziari

In qualità di regolatore finanziario dello Stato di New York, il Department of Financial Services (DFS) ha un ruolo unico nella lotta contro lo sfruttamento finanziario degli anziani. Il DFS è stato creato nel 2011 con l'approvazione della legge sui servizi finanziari, che ha unito i precedenti dipartimenti bancario e assicurativo di New York in un'unica agenzia. Oltre a svolgere le tradizionali funzioni di supervisione delle istituzioni finanziarie newyorkesi come banche, cooperative di credito e assicurazioni, la legge sui servizi finanziari ha conferito al DFS maggiori poteri per proteggere i consumatori e combattere le frodi finanziarie.

Il DFS ha lanciato un'importante iniziativa per prevenire gli abusi finanziari agli anziani, collaborando con le istituzioni finanziarie per sviluppare le migliori pratiche per l'identificazione e la segnalazione di sospetti abusi. Nel febbraio 2015, il DFS ha emanato una guida normativa per gli istituti finanziari che operano a New York, incoraggiando le banche e le cooperative di credito a migliorare le loro procedure di segnalazione per individuare meglio i sospetti di abuso finanziario sugli anziani e a segnalare i sospetti di abuso ai servizi di protezione degli adulti (APS) e ad altre autorità. Questa guida può essere consultata online facendo clic qui. Il DFS ha inoltre avviato un dialogo con il settore assicurativo sulle migliori pratiche per chi vende prodotti assicurativi come rendite, assicurazioni sulla vita e assicurazioni per l'assistenza a lungo termine.

Nell'autunno del 2015, il DFS ha collaborato con l'Ufficio dei servizi per l'infanzia e la famiglia e con partner locali per fornire alle istituzioni finanziarie di New York una formazione gratuita sulla prevenzione degli abusi finanziari agli anziani. A queste formazioni - tenutesi ad Albany, Canandaigua e New York City - hanno partecipato oltre 150 membri del personale in rappresentanza di 59 banche e cooperative di credito.

In futuro, ci sono diversi modi in cui il DFS può assistere l'APS nel rispondere alle segnalazioni di sospetto abuso.

Il personale dell'APS può contattare l'Unità di assistenza ai consumatori del DFS per segnalare lo sfruttamento finanziario degli anziani quando è necessaria assistenza per lavorare con un istituto finanziario. L'Unità di assistenza ai consumatori accoglie i reclami dei consumatori e spesso è in grado di mediare con gli istituti finanziari per ottenere il rimborso dei consumatori. Dal 1° gennaio 2014, il DFS ha ricevuto 45 denunce di sfruttamento finanziario di anziani e ha restituito oltre 440.000 dollari in rimborsi ad anziani newyorkesi. Gli anziani o coloro che sono preoccupati per il loro benessere possono contattare l'Unità di assistenza ai consumatori del DFS per presentare un reclamo chiamando il numero 800-342-3736 o inviando un reclamo online. Oltre alla possibilità di fornire un risarcimento agli anziani, i reclami su prodotti e servizi dannosi sono una fonte preziosa di informazioni che possono essere utilizzate per costruire indagini penali o civili.

Il DFS conduce indagini penali e civili sul potenziale sfruttamento finanziario degli anziani, tra cui frodi ipotecarie, truffe e comportamenti scorretti da parte di banche o compagnie assicurative, oltre ad altre forme di abuso. Se gli operatori del caso APS vengono a conoscenza di una truffa o di uno schema finanziario che prende di mira gli anziani, devono contattare l'Unità di assistenza ai consumatori del DFS e presentare un reclamo.

Quando c'è il sospetto che un anziano venga maltrattato, il DFS può emettere mandati di comparizione, interrogare i testimoni e collaborare con le forze dell'ordine locali per perseguire i reati. Anche se un'azione penale è improbabile, il DFS può essere in grado di chiedere rimedi civili come un'ingiunzione, che può impedire ai truffatori o ai frodatori di accedere al conto bancario di una vittima anziana. Il DFS può anche imporre sanzioni civili per frodi intenzionali o false dichiarazioni intenzionali relative a prodotti e servizi finanziari.

Questi sono solo alcuni dei modi in cui il DFS e l'APS possono collaborare per affrontare la crescente epidemia di abusi finanziari sugli anziani. Per saperne di più sul DFS e sul lavoro che stiamo svolgendo sugli abusi finanziari agli anziani, visitate il nostro sito web. Il DFS continuerà a educare la comunità finanziaria dello Stato di New York sull'importanza di segnalare i sospetti abusi all'APS. Ci auguriamo una collaborazione crescente e produttiva con i nostri colleghi dell'APS su questo importante tema.

       Far conoscere il maltrattamento degli adulti e l'APS

L-R: John Fella, Tim Murphy,
e il moderatore di WTBQ Peter Fella

Il 10 marzo 2016, John Fella, Vice Commissario per i Servizi Speciali per Adulti &, Rockland Co. DSS, e Tim Murphy, Supervisore del caso, APS, Orange Co. DSS, hanno partecipato a una trasmissione radiofonica su WTBQ con un pubblico di ascoltatori delle contee di Rockland e Orange. 

John e Tim hanno descritto cos'è il servizio per adulti, il ruolo dell'APS nell'identificare i rischi e nell'intervenire in modo appropriato, e cosa può fare il pubblico se viene a conoscenza di abusi su adulti nella comunità. Hanno inoltre descritto come l'APS riconosca i diritti di autodeterminazione dei clienti e come cerchi l'alternativa meno restrittiva per proteggere gli adulti vulnerabili. Hanno anche risposto alle chiamate del pubblico su questi temi.

Sono state fornite informazioni specifiche su come effettuare un rinvio in ogni contea. John e Tim hanno anche discusso della stretta collaborazione tra Rockland, Orange e le contee vicine nell'area della Mid-Hudson Valley.

                Vuoi diventare un assistente sociale APS!

Di Tim Ferguson
Direttore dei servizi di protezione degli adulti della contea di Suffolk

Gli assistenti sociali hanno un duplice dovere: riconoscere i rischi che corrono i clienti e identificare le circostanze in cui la sicurezza di un cliente è in pericolo. I rischi richiedono lo sviluppo di un piano d'azione, mentre i problemi di sicurezza richiedono un'azione immediata per garantire che le circostanze di pericolo del cliente siano risolte.

I piani d'azione sono interventi dinamici per eliminare i rischi del cliente. La comprensione della menomazione identificata e delle circostanze di vita del cliente è l'inizio della formulazione del piano. Questi piani sono attivi, non passivi. Controllare il benessere di un cliente, come un "Fratello maggiore" o una "Sorella minore", pur essendo piacevole, non è una responsabilità dell'APS. La valutazione della risposta del cliente alle azioni necessarie per ridurre il rischio è un intervento appropriato dell'APS.

A che tipo di azioni ci riferiamo? Gli operatori APS devono conoscere bene tutti gli aspetti della vita del cliente. Dal momento che, per regolamento, siamo al servizio di clienti con una menomazione identificata, i bisogni del cliente spesso comprendono decisioni finanziarie, problemi medici non soddisfatti e il deterioramento del proprio spazio abitativo. L'operatore APS deve essere a conoscenza delle prestazioni comunitarie disponibili per affrontare la menomazione identificata e comprendere i requisiti di idoneità e ricertificazione per garantire che i servizi necessari siano messi in atto e mantenuti.

Capire quali agenzie possono fornire quali servizi è una conoscenza essenziale per ogni assistente sociale. La familiarità con i servizi dell'Office for People With Developmental Disabilities (OPWDD), le normative sull'immigrazione, le linee guida della Social Security, i NYSARC Trusts e i servizi di salute mentale locali sono esempi delle conoscenze necessarie per ridurre i rischi identificati per i clienti.

Fornire servizi di gestione finanziaria, diventando un Rappresentante del beneficiario per i clienti incapaci di gestire il proprio denaro, è un servizio che richiede molto tempo ma che è importante. È essenziale stabilire relazioni con i fornitori di servizi, come gli ospedali e i servizi per la violenza domestica.

Quando un cliente non comprende le conseguenze delle scelte fatte, il personale dell'APS deve prendere in considerazione un livello di intervento superiore. La comprensione di quando intervenire presentando un'istanza di tutela si acquisisce con l'esperienza. La consapevolezza che i clienti hanno il diritto legale di vivere dove vogliono, con chi vogliono e come vogliono è un principio che fornisce il quadro di riferimento per quando gli interventi legali dovrebbero essere presi in considerazione.

Quindi vuoi diventare un assistente sociale? Preparatevi a conoscere programmi di cui non conoscevate l'esistenza e ad affrontare sfide mai affrontate prima. Poi godetevi una carriera stimolante lavorando con gli adulti più bisognosi per aiutarli a sperimentare tutto ciò che la vita può offrire.

(Nota dell'editore: Tim andrà in pensione quest'estate. Grazie, Tim, per il tuo grande lavoro alla guida dell'APS nella Contea di Suffolk e per l'assistenza agli adulti vulnerabili. Ci mancherai!)

 DATI APS 2015

2015 Referti APS (tutte le età): 44.986 In tutto lo Stato. Questo dato si confronta con 44.367 nel 2014, 41.775 nel 2013, 39.613 nel 2012, 38.131 nel 2011, 36.681 nel 2010 e 25.000 nel 1997.

Delle 44.986 segnalazioni dell'APS nel 2015, 24.594 sono state fatte a NYC e 20.392 nel resto dello Stato (Rest of State). Si noti che il numero di referral di NYC del 2015 è in aumento rispetto ai 24.177 del 2014. Il numero di rinvii dal resto dello Stato nel 2015 è in aumento rispetto ai 20.190 del 2014.

L'HRA di New York ha riferito che 12.993 dei suoi referral APS del 2015 riguardavano persone di 60 anni o più, pari al 52% dei referral totali. Per il resto dello Stato, 13.249 referenze del 2015 riguardavano persone di età pari o superiore a 60 anni, pari al 65% delle referenze totali.

I distretti hanno riferito che nel 2015 il commissario locale o un suo delegato ha svolto il ruolo di tutore per 2.617 clienti adulti. (1656 a New York, 961 nel resto dello Stato). Questo dato si confronta con le 2.346 tutele segnalate nel 2014 (1.415 a NYC, 931 nel resto dello Stato). Nel 2015 NYC ha registrato un enorme aumento delle tutele (1.656 nel 2015 rispetto alle 1.415 del 2014).

I dati ASAP per il resto dello Stato mostrano che i rischi di sfruttamento finanziario sono stati la percentuale più alta dei rischi legati all'autore di reato riferiti (37,8% per tutte le età; 40,2% per gli assistiti di 60 anni e oltre), seguiti dalla negligenza da parte di altri (31,5% per tutte le età; 32,3% per gli assistiti di 60 anni e oltre). Nel 2015 sono stati segnalati 2.474 rischi di sfruttamento finanziario (FE) per tutte le età; 1975 rischi per clienti di 60 anni e più) Il numero di FE del 2015 per tutte le età si confronta con 2.623 nel 2014, 2.341 nel 2013, 2.302 nel 2012 e 1.866 nel 2011. I rischi di negligenza da parte del caregiver sono stati 2.062 per tutte le età e 1.587 per gli anziani di 60 anni.

I dati di NYC mostrano che la percentuale più alta di rischi legati al perpetratore è la negligenza da parte del caregiver (35% per tutte le età; 34% per gli ultrasessantenni), seguita dallo sfruttamento finanziario (29% per tutte le età; 32% per gli ultrasessantenni). I rischi di negligenza da parte del caregiver sono stati 3.684 per tutte le età e 2.376 per gli anziani di 60 anni. I rischi di sfruttamento finanziario sono stati 3.161 per tutte le età e 2.236 per gli ultrasessantenni. Il numero di rischio FE 2015 per tutte le età si confronta con 3.048 nel 2014, 2.893 nel 2013, 2.734 nel 2012 e 2.338 nel 2011.

Rischi legati al perpetratore (o 16A) (inclusi abusi fisici, emotivi o sessuali, negligenza da parte di altri e sfruttamento finanziario): I dati ASAP per il resto dello Stato mostrano che questa categoria comprende il 27,7% di tutti i rischi segnalati dall'APS per tutte le età; il 30,6% per le età superiori ai 60 anni. I dati dell'HRA di New York mostrano che questa categoria comprende il 35% di tutti i rischi APS segnalati per tutte le età; il 37% per le età superiori ai 60 anni.

Rischi di "auto-negligenza" (o 16B) (tra cui trascurare i propri bisogni primari, condizioni mediche non curate, condizioni di auto-pericolo, incapacità di gestire le finanze, rischi ambientali): I dati ASAP per il resto dello Stato mostrano che questa categoria comprende il 72,3% di tutti i rischi APS segnalati per tutte le età; il 69,4% per le persone di 60 anni e più. I dati dell'HRA di New York mostrano che questa categoria comprende il 65% di tutti i rischi APS segnalati per tutte le età; il 63% per le età superiori ai 60 anni. 
 

S A V E T HE D A TE

NOVEMBRE 1-3 , 2016

ALBA NY M ARRIOTT HOTE L

ON W O LF RO AD

     SI APRE LA REGISTRAZIONE IL 1 AGOSTO st

GO TO BROOKDALE.ORG F O MORE INFORMAZIONI

IL OBIETTIVO PER IL AATI
PER NUTRIRE E SOSTIENI TUTTI S SERVICE PROVIDER S CHI È UN RE ENG A GE D IN LO SFORZO DI PREVENIRE E EN D ADULTO ABU S E

IN NEW YORK S TATE .