Newsletter dell'agenzia OCFS

Vai al modulo

Navigazione e informazioni accessibili

Utilizzate i seguenti link per navigare rapidamente all'interno della pagina. È possibile passare a:

Kathy Hochul, governatrice
Sheila J. Poole, commissario
Ottobre 2016 - Vol. 11, n. 6
Tradurre

L'OCFS condivide servizi e sorrisi alla Grande Fiera dello Stato di New York 2016

   La Grande Fiera dello Stato di New York 2016 ha offerto all'OCFS una fantastica opportunità per far conoscere al pubblico i numerosi servizi offerti (e gli occhiali da sole, indossati da Pat Belleman, a destra). Il personale dell'OCFS che ha incontrato i colleghi newyorkesi condivide alcune delle loro storie e impressioni.

   Paul Piersma ha parlato con una giovane donna allo stand dell'OCFS, che lavorava in una struttura di assistenza collettiva nell'area di Rochester e stava per completare uno stage all'Industria. "È stato bello vedere una persona nuova nel campo dell'assistenza diretta con la speranza di assistere i giovani e impegnarsi a fare la differenza nella vita di un giovane." Paolo dice. "Mi è sembrata un'esperienza davvero ben organizzata e piacevole. Iscrivetemi anche per il prossimo anno!"

   Abby Rosenberg ha dichiarato: "Abbiamo ricevuto diverse richieste di informazioni sull'affido e sull'adozione. Abbiamo anche potuto parlare a diverse famiglie del sonno sicuro per i bambini, sperando che queste informazioni e gli opuscoli forniscano un ambiente più sicuro per i bambini."

   Martedì 30 agosto, Tom Mitchell ha vissuto un'esperienza che definisce "impagabile." Notò una famiglia vicino alla cabina. Il padre aveva sulle spalle un bambino di 3 o 4 anni che sembrava avere una brutta giornata. "Ho preso velocemente alcune girandole e gli eleganti occhiali da sole "griffati" OCFS e sono scappata da dietro il tavolo per avvicinarmi alla famiglia, dice" Tom. "Ho consegnato a ogni bambino una girandola e un paio di occhiali da sole. Un ragazzo si è messo gli occhiali e mi ha guardato con un sorrisetto carino, come se si sentisse improvvisamente una rockstar." Tom racconta che dopo aver dato al ragazzo un "pollice in su", il ragazzo ha risposto inclinando la testa con una "rock star" mentre indicava Tom, anche mentre il padre lo portava via.                                                                            
   "È stato un piacere lavorare alla fiera." dice Joni Roberts-Palmer. "Le girandole e gli occhiali da sole sono stati un vero successo, non solo per i bambini ma anche per gli adulti! Abbiamo parlato con molte persone interessate all'affido e all'adozione. Anche alcuni genitori affidatari si sono fermati allo stand. Non vedo l'ora di fare volontariato l'anno prossimo!"

   "Ogni giorno che lavoro alla fiera," dice Bonnie Waite, "è sempre uno dei miei preferiti: quella piccola girandola o quel paio di occhiali viola fanno spuntare un sorriso genuino sul volto di quasi tutti i piccoli e anche di molti grandi." Waite racconta che un ragazzo di circa 10 anni si è avvicinato allo stand con un'espressione seria. "Ha chiesto: "Che cos'è questa cabina?". Era molto interessato a conoscere l'OCFS e cosa significa per le persone."

   Kelli Owens riferisce: "Una giovane donna mi ha raccontato di essere stata in diverse nostre strutture nel corso degli anni. Voleva solo che sapessimo che ce l'aveva fatta a passare dall'altra parte. Aveva un lavoro, aveva il suo GED e la settimana successiva avrebbe iniziato le lezioni in un community college. La sua storia è stata commovente e mi ha reso molto orgoglioso di lavorare con tutti voi che ogni giorno lavorate direttamente con le famiglie e i bambini."

Lawitz accetta il premio del presidente dal NAPSA

   
Alan Lawitz (nella foto con Joe Snyder, direttore della Philadelphia Corporation for Aging) ha ricevuto un prestigioso premio dalla National Adult Protective Services Association (Associazione nazionale dei servizi di protezione degli adulti) durante la conferenza del gruppo tenutasi a Philadelphia il mese scorso.
Dal programma della conferenza: "Alan Lawitz è il direttore dell'Ufficio dei servizi per gli adulti dello Stato di New York, oltre a ricoprire il ruolo di rappresentante regionale del NAPSA. Alan è stato la forza trainante di uno studio di ricerca innovativo su (New York State Cost of Financial Exploitation Study). Questo prosegue l'impegno di Alan nell'abbattere le barriere con le istituzioni finanziarie che tradizionalmente non collaborano con le indagini dell'APS. Alan è attivo in molti consigli, coalizioni e commissioni dedicate alla lotta contro l'abuso di adulti vulnerabili. 
                                                                                                                                       

 

Programmi del Centro regionale di risorse per la permanenza approvati

  La Division of Child Welfare and Community Services è lieta di annunciare che 4 milioni di dollari di risparmi ottenuti dalla disattivazione delle adozioni saranno investiti in nuovi Centri regionali di risorse per la permanenza (PRC) in tutto lo Stato. L'Ufficio dei servizi per la permanenza ha sviluppato l'RFP e supervisionerà i Centri regionali di risorse per la permanenza, assegnando 2,5 milioni di dollari del finanziamento nella prima tornata. Questo finanziamento deriva dalla legge federale Fostering Connections to Success and Increasing Adoptions Act of 2008 (P.L. 110-351).
L'obiettivo è migliorare la sicurezza, la permanenza e il benessere dei bambini nelle famiglie adottive e affidatarie. Il bilancio dello Stato di New York per il 2016-2017 prevede fondi per fornire servizi di supporto post-adozione e post-accoglienza che mantengano uniti i bambini e le famiglie. I PRC forniscono servizi e programmi progettati per soddisfare le esigenze specifiche delle famiglie adottive e tutorie.


L'OCFS finanzierà i seguenti programmi:

Programma
Contee servite
Premio Importo
Centro per le famiglie, Inc.
Tutti i 5 quartieri di NYC
$333,000
Nuove alternative per i bambini
Tutti i 5 quartieri di NYC
$333,000
Consiglio di NY per i bambini adottabili
Tutti i 5 quartieri di NYC
$333,000
Parsons
Albany, Fulton, Montgomery, Rensselaer, Saratoga, Schenectady, Warren, Washington
$300,000
Centro per bambini Hillside
Allegany, Steuben, Chemung, Tioga, Broome
$300,000
Coalizione delle famiglie adottive e affidatarie di NY
Tompkins, Chemung, Broome, Schuyler
$300,000
Coalizione delle famiglie adottive e affidatarie di NY
Greene, Columbia, Sullivan, Ulster, Dutchess, Delaware, Orange
$300,000
Abbott House
Westchester, Ulster, Sullivan
$300,000

   Prossimamente verrà emesso un RFP mirato per altri cinque programmi post-adozione/post-tutela che serviranno Chautauqua, Cattaraugus, Erie, Niagara, Orleans, Genesee, Wyoming, Livingston, Monroe, Wayne, Ontario, Yates, Seneca, Cayuga, Cortland, Onondaga, Oswego, Jefferson, St. Lawrence, Franklin, Clinton, Essex, Hamilton, Herkimer, Lewis, Oneida, Madison, Chenango, Otsego, Schoharie, Putnam Rockland, Nassau e/o Suffolk. 

L'OCFS pubblica nuove guide per gli operatori che si occupano di minori e che rispondono alla tratta di esseri umani

   Due nuove pubblicazioni miglioreranno la risposta alla tratta di bambini in tutto il sistema di servizi dello Stato di New York. Le pubblicazioni condividono l'esperienza collettiva e le migliori pratiche delle agenzie di contea, statali e di volontariato nella costruzione di una rete continua per i sopravvissuti alla tratta.

Giovani vittime di tratta: A Blueprint for Systems of Care in New York State comprende anche una guida per i difensori legali e delle vittime, le forze dell'ordine, il sistema giudiziario e altre organizzazioni che lavorano con i giovani vittime di tratta, sfruttati e a rischio. È una sorta di manuale per aiutare le comunità a sviluppare sistemi per riconoscere, rispondere e prevenire la tratta dei giovani.

Rispondere ai giovani sfruttati sessualmente a fini commerciali e vittime di tratta: A Handbook for Child Serving Professionals contiene una guida pratica per i professionisti che lavorano direttamente con i sopravvissuti. Consiglia come parlare con i sopravvissuti, quali termini e linguaggio usare e come fornire il miglior supporto possibile.

   Sheila Poole, commissario ad interim dell'OCFS, sottolinea che queste pubblicazioni stabiliranno un nuovo standard nell'affrontare la tratta di esseri umani e colmeranno un vuoto informativo nel trattamento dei bambini sopravvissuti alla tratta e allo sfruttamento sessuale. "Questi documenti proseguono il lavoro che abbiamo svolto attraverso il Progetto Safe Harbour per combattere il traffico e lo sfruttamento dei bambini nello Stato di New York", ha dichiarato il commissario.

   Il vice-commissario dell'OCFS, Laura Velez, ha dichiarato: "Molte delle popolazioni servite dall'OCFS sono particolarmente a rischio di tratta, tra cui i bambini con storie di abusi fisici, sessuali o emotivi; i giovani con problemi di abuso di sostanze o di salute mentale; i giovani in affidamento o nei sistemi di giustizia minorile; i giovani scappati di casa e senza fissa dimora; i giovani lesbiche, gay, bisessuali o transgender".

Il commissario Poole plaude all'assistenza all'infanzia

 Quando Sheila Poole, commissario ad interim dell'OCFS, ha guardato il pubblico alla celebrazione annuale del Kinship Navigator ad Albany l'8 settembre, ha visto la ricompensa del duro lavoro e la promessa di un futuro migliore. "Stare qui davanti a voi è un'affermazione e una motivazione per noi del governo statale a prestare davvero attenzione e a continuare a chiedere più supporto e servizi", ha detto il commissario." Ha elogiato l'impegno del direttore Gerard Wallace e del resto del suo team. "Non sono un'agenzia enorme, ma sono potenti e fanno sentire la loro voce. Parlano a nome vostro in un modo che credo rifletta davvero la loro passione per ciò che dobbiamo fare".  

   Tra i premiati c'era anche una donna che si è presa cura dei suoi nipoti da quando sono nati. La senatrice Andrea Stewart-Cousins e la deputata Donna Lupardo sono state premiate come campionesse di Kinship Care e la Cornell Cooperative Extension di Orange County è stata premiata come organizzazione eccezionale.

   Settembre è il mese dell'assistenza parentale, un altro promemoria del costante impegno di New York nel promuovere la sicurezza e il benessere dei bambini, che in parte consiste nel fornire loro una famiglia stabile fino a quando non saranno in grado di farcela da soli. È un momento per riconoscere e potenziare il lavoro svolto per aiutare i bambini in affido a trovare una casa con i nonni e altri parenti o amici di famiglia che si fanno avanti come assistenti per fornire un senso di connessione e sicurezza, e spesso rafforzano i legami con il patrimonio culturale e la comunità. 

   Dati recenti mostrano che nel 2015 il numero di giovani affidati a parenti è stato di 1.751, con un aumento del 20% rispetto all'anno precedente e circa alla pari con i risultati del 2012. Oltre il 95% dell'assistenza ai parenti è di tipo privato, non in affidamento. Il 2016 è il decimo anno del New York State Kinship Navigator, che fornisce una rete di informazioni e riferimenti per i caregiver di parentela dello Stato che hanno bisogno di una guida e per i professionisti in cerca di informazioni tecniche.

Il Comitato per la partnership familiare a livello statale presenta i premi e valuta le visite in loco

  Il 23 settembre, il Comitato per il partenariato familiare a livello statale ha tenuto il suo secondo anniversario e il pranzo di premiazione. Il comitato è sponsorizzato dalla Divisione OCFS per la giustizia minorile e le opportunità per i giovani. I suoi membri lavorano per promuovere e sostenere il coinvolgimento attivo delle famiglie nelle strutture dell'OCFS e nei programmi della comunità, e per fornire maggiori risorse e opportunità per preparare i giovani al ritorno nelle loro case. Il comitato crede nei bambini e nei loro cari e si sforza di aiutarli a raggiungere il loro massimo potenziale in vari modi in tutto lo Stato. Negli ultimi due anni, in collaborazione con l'OCFS, il comitato si è riunito mensilmente in vari uffici multiservizi della comunità di New York per discutere delle preoccupazioni, dei risultati ottenuti, per fissare gli obiettivi e per sostenere il miglioramento dell'erogazione dei servizi all'interno del DJJOY.

  Nel 2014, l'SFPC ha organizzato il primo evento "Juvenile Offender Families Meet and Greet Family Night", in cui le famiglie hanno ascoltato il personale del Dipartimento di Correzione e Supervisione della Comunità (DOCCS) del NYS. Hanno saputo cosa aspettarsi quando i loro cari torneranno a casa in regime di supervisione comunitaria. Nel 2015, il comitato ha organizzato la prima Fiera delle risorse dell'SFPC e dell'OCFS per le famiglie con giovani collocati in centri sicuri e a sicurezza limitata. Erano presenti più di 40 fornitori della comunità che hanno presentato e messo in evidenza i servizi disponibili per i giovani e le famiglie.

   I membri dell'SFPC hanno fornito assistenza e incoraggiamento ai membri delle famiglie in difficoltà, hanno collaborato con i Family Advocates per conto dei giovani e delle famiglie per garantire che i giovani mantengano le visite familiari almeno una volta al mese, hanno partecipato a varie formazioni e conferenze relative ai giovani nei sistemi di giustizia minorile, compreso un incontro ad Albany per incontrare i legislatori a sostegno della legislazione del governatore sull'innalzamento dell'età. 
 
   Il comitato sta valutando la possibilità di visitare i centri residenziali sicuri e a sicurezza limitata dell'OCFS e la sede centrale. Si sta valutando di raccomandare la finalizzazione e la distribuzione di un opuscolo descrittivo per gli specialisti dei minori e di un manuale per le famiglie per tutte le strutture e i programmi di Aftercare; e di semplificare la procedura di visita delle famiglie per tutte le strutture.

   Il regolamento dell'SFPC è in fase di elaborazione e il gruppo ha completato una presentazione di PowerPoint esplicativa presentata alla conferenza annuale dei direttori delle strutture OCFS il 7 settembre. È stata la prima volta che gli attuali ed ex genitori dell'OCFS hanno avuto l'opportunità di discutere, come partner, le loro preoccupazioni e i loro risultati con i direttori delle strutture. L'OCFS ha recentemente assegnato del personale agli uffici comunitari multiservizi di Mid-Hudson/Albany e Long Island con l'obiettivo di estendere la collaborazione con le famiglie a tutti i CMSO regionali.

Nella foto da sinistra a destra: l'avvocato delle famiglie Akmeer Kahiem, il supervisore del CMSO di Brooklyn Ayana Foluke McKanney, il commissario dell'OCFS Sheila Poole, il commissario associato Derek Holtzclaw e il vice commissario Ines Nieves.

Il mago della pallacanestro visita la Youth Leadership Academy per trarne ispirazione

  L'apparizione di un uomo che in passato ha vestito i panni degli Harlem Globetrotters ha regalato due giorni di emozioni ad alcuni giovani di YLA in agosto. "Mugsy" Leggett era solito intrattenere le folle, ma in questi giorni fa l'allenatore e si prende il tempo per visitare i giovani e fornire loro un po' di ispirazione.
Un giorno di fine agosto, Leggett è arrivato per mostrare ai giovani cosa possono produrre la determinazione e la perseveranza, dimostrando le sue abilità con la palla da basket e mettendo in mostra la sua grande energia. Ha funzionato. "Volevano che rimanessi per il resto della settimana!" Ha detto Leggett. 

   Leggett è di Middletown, un veterano della pallacanestro che dice di essersi unito ai Globetrotters per un paio di partite e di aver fatto parte degli Harlem Rockets e poi degli Harlem Wizards fino al 2012.

   "È stata una grande esperienza per tutti i partecipanti, che hanno imparato a conoscere la pallacanestro, la vita e le abilità necessarie per raggiungere la grandezza in entrambi i campi," ha dichiarato il direttore di YLA Bernard Smith. "I nostri giovani hanno apprezzato l'allenamento rigoroso, il duro lavoro e il risultato dei loro sforzi."  

   Il suo messaggio ai giovani è stato essenzialmente lo stesso che pubblica nella biografia della sua home page "Hoops Magicians": "Seguite i vostri sogni. A volte può essere difficile, ma non si può mollare. A nessuno piace chi si arrende."  

   Prima di concludere la sua visita di due giorni, Leggett ha consegnato un premio che sicuramente ispirerà i giovani presenti. A loro insaputa, Leggett aveva tenuto d'occhio i partecipanti al programma e aveva preso appunti su chi mostrava maggiore leadership. Quello che ha riconosciuto come il leader è stato sorpreso con il dono di un paio di scarpe da ginnastica Nike. 

   Leggett è arrivato alla YLA dopo aver conosciuto il direttore Bernard Smith quando Smith era direttore del Red Hook Residential Center. Smith stava tenendo un discorso sulla perseveranza e sul duro lavoro. "Il tizio dietro diceva: "Sì! Sì!", mi applaudivano, e io pensavo: "Ma questo è pazzo?" Smith ha cercato l'uomo dopo il discorso e ha scoperto che si trattava di un suo vecchio amico d'infanzia che non vedeva da circa 25 anni.

   Mentre si aggiornavano sulla vita dell'altro, Leggett ha detto che si trovava a Red Hook perché suo figlio aveva intenzione di lavorare come YDA. Smith chiese a Leggett di venire a lavorare con i bambini a Red Hook, ma in seguito Smith si trasferì alla YLA e i due si persero di vista. Un giorno, durante una riunione di famiglia nel New Jersey, Smith parlò di basket e menzionò Leggett. "Conosco Mugsy," disse un uomo. Lo conosceva abbastanza bene da poterlo contattare e questa volta Smith si è assicurato che il suo vecchio amico venisse a trovare i giovani della YLA. 

Il team CMSO di Long Island si spinge all'estremo per mostrare ai giovani le conseguenze e i benefici delle scelte di vita

   Nel tentativo di promuovere la consapevolezza delle conseguenze di scelte di vita sbagliate, i membri del team del Long Island Community Multi-Services Office, tra cui Jennifer Whaley-Gundersen e Thora McKay, hanno proposto un nuovo progetto chiamato "Avoiding the Gates". I giovani supervisionati dal CMSO visiteranno le carceri statali e impareranno a conoscere il sistema penale degli adulti. Grazie agli sforzi di Mario Franco e Bernard Johnson, è stato creato un collegamento con il programma di assistenza ai giovani del Sing Sing Correctional Facility, noto come YAP. Il programma mostra ai giovani l'interno del carcere e li presenta ai detenuti che condividono le loro storie su come sono arrivati a essere incarcerati e sulle conseguenze della vita in carcere.

Uno sguardo all'interno del carcere
   Il 4 agosto 2016, quattro membri del personale del Community Service Team e nove giovani hanno partecipato al programma YAP a Sing Sing. Il personale e i giovani hanno potuto ascoltare testimonianze di prima mano sulla vita carceraria, visitando l'auditorium, il corridoio, la mensa del carcere, attraversando i box doccia vuoti e incontrando alcuni detenuti che scontano pene che vanno dai 10 anni all'ergastolo. Il personale e i giovani hanno anche pranzato lì e successivamente hanno partecipato a una discussione di gruppo con alcuni detenuti. L'esperienza offerta da YAP è stata al tempo stesso scoraggiante e illuminante e ha suscitato molte discussioni tra il personale e i giovani.
 

L'altra estremità dello spettro
   Come estensione di questo progetto, il team ha deciso di visitare istituzioni che possono ispirare in modo diverso. Suset Farro ha contribuito a organizzare la visita dei giovani all'Università di Yale. Hanno incontrato un uomo che ha trascorso circa 11 anni nel sistema correzionale dello Stato di New York e che ora si è laureato alla scuola di divinità ed è ministro. Dato che i giovani avrebbero visitato il carcere e l'università, il nome "YAP to Yale" sembrava appropriato.

 

 Modelli di ruolo della Ivy League

    Il 27 giugno 2016, sei membri del Community Service Team e 14 giovani hanno fatto il loro primo viaggio all'Università di Yale. I giovani hanno ascoltato le storie avvincenti di studenti e amministratori di Yale, tra cui il vicedirettore delle ammissioni Rev. Herron Keyon Gaston.

   Ogni storia ha suscitato domande e apprezzamenti da parte dei giovani del CMSO. Durante la permanenza a New Haven, il personale e i giovani hanno visitato la Berkeley Divinity School, la Divinity Library, la Marquand Chapel e la Yale Law School. Hanno anche fatto un giro del campus, hanno visto dove si sono incontrati Bill e Hillary Clinton e hanno mangiato una pizza. Dopo una giornata intensa, il responsabile della comunità di Yale ha consegnato alla squadra dei cimeli, tra cui magliette, spille e matite, e ha spiegato il processo di iscrizione e di completamento di una laurea a Yale. La visita a Yale ha dato ai nostri giovani una prospettiva diversa sulle scelte che hanno dopo il collocamento.

Gli uccelli azzurri nidificano comodamente grazie a FLRC e MacCormick Youth

   Quest'estate, diversi membri del personale dell'OCFS e studenti del Centro residenziale di Finger Lakes e del MacCormick Secure Center hanno costruito e donato più di 2.400 kit di casette per uccelli blu alla Fiera dello Stato di New York. Il progetto presso la FLRC è stato guidato dagli istruttori professionali Stacy Hilliard e Mike Chaffee.

    A MacCormick è stato Steve Bruster a guidare la carica. L'Ufficio dei parchi, delle attività ricreative e della conservazione storica dello Stato di New York (NY State Parks) ha donato il legname e i nostri giovani e il personale hanno fornito la manodopera. Queste casette per uccelli azzurri contribuiscono a salvaguardare e incrementare la popolazione di uccelli azzurri a New York. I giovani coinvolti non solo stavano apprendendo competenze preziose, ma stavano anche guadagnando un salario per l'occupazione giovanile estiva e l'OJT.

   Lunedì 29 agosto, un giovane di Finger Lakes e tre membri del personale hanno partecipato alla fiera per aiutare le famiglie a costruire le casette nido con i kit forniti. È stata richiesta una donazione di cinque dollari per ogni kit assemblato. Le casette per uccelli di questo tipo, acquistate in negozio, sono vendute a un prezzo compreso tra i 10 e i 30 dollari. I rappresentanti dei parchi statali di New York presenti alla fiera si aspettavano che tutti i kit venissero venduti e che il ricavato andasse ai parchi statali di New York. Si tratta di circa 12.000 dollari raccolti per i parchi dello Stato di New York.